Invalidità e diabete: riconoscimento parziale, bisogna fare ricorso?

Il diabete è una patologia invalidante con il riconoscimento dell’assegno di invalidità e l’indennità di accompagnamento, se sussiste l’handicap grave.

Il diabete è una patologia invalidante e da diritto in base alla sua gravità all’assegno ordinario di invalidità e all’indennità di accompagnamento. Rispondiamo in quest’articolo al quesito di un nostro lettore: Il mio medico mi ha fatto fare l’aggravamento per la legge 104, premetto che ho una serie di patologie, tra cui il diabete mellito insulino dipendente, con una percentuale del 65%. Vado a fare la visita medica all’INPS e quando mi arriva la nuova certificazione il diabete non esiste più, ho il 70% di invalidità.  Mi chiedo a questo punto devo fare ricorso? Una malattia come il diabete non può scomparire da un momento all’altro. Vorrei una dovuta spiegazione. Grazie 

Invalidità e diabete: bisogna fare ricorso

Gent.ma Sig.ra

Se ancora nei tempi dei  180 gg (sei mesi) decorrenti dalla notifica del verbale da parte dell’Inps, può presentare ricorso  davanti al Tribunale sez. lavoro mediante un avvocato di fiducia, allegando tutta la documentazione posta a corredo dell’aggravamento ed ogni altra documentazione utile per una valutazione dell’invalidità corrispondente alla gravità delle patologie da lei evidenziate.

Cordialmente Avv. Fernanda Elisa De Siena

Avv. Fernanda Elisa De Siena

L'Avv. Fernanda Elisa De Siena del Foro di Roma, dove vive ed esercita, si occupa del diritto civile in senso ampio con specializzazione in diritto previdenziale e lavoro, famiglia e minori.