Invalidità: in alcui casi conviene fare ricorso per la tutela dei propri diritti

Invalidità, in alcuni casi se la percentuale non rispecchia lo stato invalidante, conviene fare ricorso per far valere i propri diritti.

Percentuale di invalidità non coerente, in alcuni casi conviene fare ricorso. Esaminiamo il caso di un nostro lettore analizzando quando conviene fare ricorso per far valere i propri diritti.

Invalidità: ferito due volte

Buongiorno mi chiamo Claudio ho 58anni. Sono un dipendente pubblico dal 2007, ho una patologia si chiama angiodema orticaria cronica… Vi faccio immaginare tutte le difficoltà che mi si presentano tutti i giorni. L’unica cura è antistaminico e cortisone. Ho fatto la visita per invalidità, la risposta è la seguente: non portatore di Handicap. Sono sconvolto perché sto veramente male… Farò ricorso. Sono stato ferito due volte…. Cosa ne pensate? Saluto e ringrazio.

Legge 104: percentuale invalidità e variazione da art. 3 comma 1 in comma 3

Il ricorso per far valere i propri diritti

Gent.mo Sig.
La legge prevede, infatti, la possibilità di far ricorso avanti al Giudice del Lavoro, per la tutela dei propri diritti entro sei mesi (180 gg) decorrenti dalla comunicazione del verbale, con l’assistenza di un avvocato di fiducia.

Cordialmente Avv. Fernanda Elisa De Siena


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Avv. Fernanda Elisa De Siena

L'Avv. Fernanda Elisa De Siena del Foro di Roma, dove vive ed esercita, si occupa del diritto civile in senso ampio con specializzazione in diritto previdenziale e lavoro, famiglia e minori.