Invalidità malati oncologici, arrivano le nuove regole: ecco cosa cambia

Novità a tutela dei malati incologici per accesso all’invalidità, un nuovo protocollo rivoluzionario, ecco tutte le novità Inps.

Rivoluzione in atto per invalidità malati oncologici, arriva un nuovo protocollo sperimentale d’intesa a tutela delle disabilità derivate dalle patologie oncologiche.

Il nuovo protocollo è stato presentato ieri a Roma dal Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e dal Presidente degli Istituti Fisioterapici Ospitalieri (IFO) Francesco Ripa di Meana.

Malati oncologici, con protocollo veloce

La novità è davvero rivoluzionaria, con questo accordo l’attivazione della pratica d’invalidità sarà tempestiva presso l’INPS, direttamente dall’oncologo al momento della diagnosi.

Questo nuovo protocollo avrà la durata di 18 mesi e permetterà ai medici di utilizzare un certificato oncologico introduttivo, il quale sarà completo di tutta la valutazione medico-legale già durante il ricovero o la cura presso le strutture sanitarie. Questo procedimento si è reso indispensabile per velocizzare le pratiche di invalidità ed evitare ulteriori esami o accertamenti specialistici.

L’accordo permetterà l’attivazione tempestiva della pratica di invalidità presso l’INPS, fatta dall’oncologo al momento della diagnosi.

Il nuovo protocollo sperimentale messo in atto dalla Regione Lazio e Inps, è unico nel suo genere, e rientra nell’obiettivo di favorire le collaborazioni istituzionali e migliorare il rapporto tra cittadino e pubblica amministrazione.

Invalidità civile

Ricordiamo che lo Stato tutela i malati oncologici attraverso il riconoscimento dell’invalidità civile a prescindere da qualunque requisito assicurativo o contributivo, nelle seguenti percentuali:

  • 11%:  prognosi favorevole con modesta compromissione funzionale;
  • 70%:  prognosi favorevole con grave compromissione funzionale;
  • 100%: prognosi probabilmente sfavorevole nonostante l’asportazione del tumore.

Con questo protocollo si passerà dai cinque controlli attuali per ottenere il riconoscimento dell’invalidità a uno solo, direttamente dal medico oncologico che fa la diagnosi, con la compilazione del certificato introduttivo inviato direttamente all’INPS.

Il nuovo protocollo sarà inviato direttamente all’INPS tramite una procedura informatica direttamente all’INPS, saltando l’accesso al medico di base e l’accertamento sanitario delle Asl. Questo avverrà in via sperimentale nelle Regioni che hanno firmato l’accordo di semplificazione. Un grosso passo avanti a tutela dei cittadini e riducendo oneri per le famiglie.

Il nuovo protocollo, potenzialmente tocca una platea molto vasta, i malati oncologici sono la categoria più importante, con il 28% delle prestazioni di invalidità.

Pensione anticipata con invalidità pari al 74% o per i Caregiver, le ultime novità


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.