Investire online: a chi dobbiamo affidare i nostri risparmi?

Il risparmio è un tema fondante per qualsiasi famiglia, specie per quelle italiane. La tecnologia, è riuscita a semplificare la vita dei cittadini anche in ambito finanziario.

Il risparmio è un tema fondante per qualsiasi famiglia, specie per quelle italiane. La nostra nazione, infatti, è famosa nel mondo per l’alta propensione al risparmio dei propri abitanti, una virtù che consente al nostro paese di essere considerato “solvibile” nonostante l’abnorme mole del debito pubblico, il secondo al mondo – in termini percentuali rispetto al PIL – dopo quello greco. Una consuetudine che si tramanda di generazione in generazione, nonostante negli ultimi lustri, complice anche la grande crisi finanziaria avviatasi alla fine dello scorso decennio, risulti sempre più complicato da attuare.

Risparmiare, una storica virtù degli italiani

Ma gli italiani, come noto, sono un popolo tenace e particolarmente attento alle esigenze famigliari: risparmiare, in tal senso, è un comportamento in grado di migliorare il benessere complessivo di ogni nucleo famigliare che si rispetti. Grazie ad esso, infatti, è più probabile non contrarre debiti, oltre a garantire, spesso, il pagamento degli studi universitari dei figli. E in senso alato, può offrire un tenore di vita migliore. Come impiegare i soldi faticosamente accumulati, di conseguenza, è un tema altrettanto importante, specie nell’attuale contesto. Se un tempo, infatti, era lecito affermare che “il mattone è l’investimento più sicuro”, oggi questo adagio risulta totalmente fuori luogo: la tassazione sulle case a reddito è opprimente e le insolvenze degli affittuari sono in costante crescita.

Gli investimenti finanziari risultano, allo stato attuale, la soluzione maggiormente gradita dai risparmiatori, che anche in quest’ambito, però, hanno dovuto cambiare radicalmente la propria mentalità. Se fino ad un decennio fa i titoli di stato la facevano da padrone, grazie a tassi di interesse particolarmente appetibili, oggi gli stessi sono altamente sconsigliati: fino a cinque anni i rendimenti sono negativi. Un chiaro esempio dell’erosione dei titoli del debito sovrano è rappresentato dal BTP decennale, che oggi rende poco più dell’1% ed è particolarmente esposto a forti oscillazioni di prezzo, come testimonia l’andamento dello spread. Negli ultimi anni, le aziende del settore finanziario hanno proposto a spron battuto, i fondi comuni di investimento, che rappresentano un ottimo strumento di diversificazione ma al contempo assai costoso, con commissioni di gestione certamente onerose.

Quali sono i vantaggi del trading online?

La tecnologia, però, è riuscita a semplificare la vita dei cittadini anche in ambito finanziario. Ed il successo del trading online, ne è la più fulgida testimonianza. “Fare trading” significa operare nei mercati finanziari per il tramite di un canale remoto (computer, tablet o dispositivo mobile). Una modalità che garantisce, innanzitutto, un sensibile risparmio economico: la quasi totalità delle piattaforme di trading, infatti, risultano drasticamente più convenienti rispetto allo sportello bancario o postale. Inoltre, acquistare o vendere tramite la rete telematica consente una miglior ottimizzazione del prezzo, specie in quei mercati, come quello azionario, dove le oscillazioni possono essere significative in archi temporali particolarmente ristretti. La grande rete telematica, inoltre, ha ampliato le possibilità di investimento: ad esempio, un mercato assai di moda come quello delle criptovalute, capitanato dal Bitcoin, è accessibile solo ed esclusivamente online.

Non tutte le piattaforme di trading, però, possono essere ritenute serie ed affidabili: per operare online è necessario affidarsi a portali competenti, in grado di poter guidare l’investitore nell’attuazione delle migliori scelte possibili. Accordare la propria preferenza a Transitions Trading Online, ad esempio, significa mettersi nelle mani di professionisti qualificati, che operano nei mercati finanziari da diverso tempo e sono in grado, di conseguenza, di proporre le migliore opportunità presenti negli stessi. Un sito, innanzitutto, che fa dell’educazione finanziaria uno dei propri mantra imprescindibili, allo scopo di formare dei risparmiatori consapevoli ed in grado di comprendere, appieno, le scelte finanziarie suggerite. Non è raro vedere utenti che, dopo un periodo di operatività “assistita”, decidano di effettuare operazioni di compravendita autonomamente, scegliendo personalmente i titoli nei quali investire.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.