Ipoteca immobiliare: come procedere alla cancellazione, istruzioni e modulo

Ipoteca immobiliare: ecco una procedura semplice per la cancellazione dai registri immobiliari, liberando l’immobile da qualsiasi vincolo

L’ipoteca immobiliare è una forma di garanzia per il creditore. Essa conferisce un diritto di precedenza sul bene, che serve a tutelare il creditore contro il pericolo dell’insolvenza. L’ipoteca è un’iscrizione in pubblici registri e si estende sull’intero bene che ne è oggetto. il bene resta in godimento del proprietario che lo usa liberamente, quando il debito viene estinto anche l’ipoteca si estingue. Ma a volte anche se l’ipoteca è estinta non è detto che venga cancellata dai registri in modo automatico, al riguardo rispondiamo ad un quesito giunto in redazione da un nostro lettore: “Buonasera, vorrei chiedervi se l’ipoteca su un immobile per un mutuo scaduto nel 2004 che alla data odierna risulta ancora da una visura catastale come devo fare a toglierla poiché devo vendere l’immobile tenga presente che il mutuo fu stipulato con una banca nel 1994 e le rate sono state tutte pagate, l’ultima e stata pagata a dicembre 2004 attendo una vostra risposta saluti”.

 Ipoteca immobiliare: come estinguerla e/o cancellarla

Chiariamo la differenza tra “estinzione” e “cancellazione” di un’ipoteca.

L’estinzione dell’ipoteca sull’immobile avviene quando il credito per cui è stata iscritta viene annullato, ma a volte potrebbe accadere che essa rimane iscritta nel registro immobiliare, perché non viene cancellata in automatico. I casi in cui si estingue l’ipoteca sono i seguenti:

  • Il creditore cancella l’ipoteca, o non provvede a rinnovarla trascorsi i vent’anni;
  • Si estingue il debito alla base dell’iscrizione dell’ipoteca;
  • L’immobile viene distrutto;
  • Scade il termine;
  • Il tribunale espropria il bene e ordina la cancellazione dell’ipoteca.

La cancellazione dell’ipoteca è annullare la scrittura dal registro immobiliare in modo definitivo, liberando l’immobile da tutti i vincoli. Essa si può richiedere con diverse procedure in base al tipo di ipoteca.

La cancellazione dell’ipoteca volontaria si ottiene:

  • con modalità automatica e gratuita, quando l’ipoteca è stata iscritta a garanzia di un contratto di mutuo o finanziamento. Sarà la banca o lo stesso intestatario a comunicare all’Agenzia del Territorio l’avvenuta estinzione dell’ipoteca in modo che gli uffici competenti provvedano alla cancellazione dell’ipoteca;
  • mediante atto notarile: sarà il notaio che presenterà all’Agenzia del Territorio un atto che attesta il consenso del creditore alla cancellazione, tale procedura si effettua quando il creditore è un soggetto privato.

Nel caso di mutui estinti dopo il 2 giugno 2007, è compito della banca, che spontaneamente deve procedere alla segnalazione all’Agenzia del Territorio l’avvenuta estinzione del mutuo e quindi la cancellazione dai registri immobiliari dell’ipoteca.

La cancellazione dell’ipoteca giudiziale si ottiene:

La cancellazione dell’ipoteca giudiziale si ottiene solo tramite ordine del giudice, provvedimento che presuppone un’apposita procedura giudiziale.

Come ottenere la cancellazione dell’ipoteca immobiliare con una procedura semplice

Per chi invece vuole procedere da solo alla cancellazione dell’ipoteca dal proprio immobile, segnaliamo una procedura semplice e veloce, che ogni soggetto che ha un immobile con un’ipoteca ancora inscritta nel registro immobiliare nonostante il debito sia stato annullato.

Il debitore deve essere in possesso delle credenziali Fisco online, con le quali si accede al sito dell’Agenzia delle Entrate per verificare le eventuali pendenze. Nel caso risulta tutto pagato e nessun debito in pendenza si può procedere con la richiesta di cancellazione.

Visura attraverso il sito dell’agenzia delle Entrate

Attraverso il sito dell’Agenzia dell’entrate si fa richiesta di una visura. L’Agenzia mette a disposizione il servizio telematico “Consultazione personale” con cui si consulta la banca dati ipotecaria, in modo gratuito, relativi agli immobili che il soggetto è titolare, anche per quota, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento.

Accedi da qui: Ispezione ipotecaria online

Una volta effettuata la verifica e individuato l’immobile su cui verte l’ipoteca, vi sarà elencato la data di iscrizione dell’ipoteca e a favore di chi è stata istituita.

Cosa fare adesso per la cancellazione ipoteca?

Dal sito dell’Agenzia bisogna scaricare il modulo MOD. 6T che permette l’interrogazione del registro delle comunicazioni, va firmato dal soggetto richiedente e tramite Pec va inviato alla Pec Direzione provinciale di (dove risulta l’ipoteca) Ufficio provinciale del Territorio.

Scarica qui il modello: modello6T

Trova qui l’Ufficio provinciale del Territorio

Al modulo MOD. 6T va allegato anche il documento di identità in corso di validità e nell’email bisogna indicare tutti i riferimenti chiedendo la cancellazione dell’ipoteca.

La tempistica da noi monitorata è di una settimana, quindi entro 7 giorni l’Agenzia del Territorio comunicherà l’esito della procedura.

Nel caso di chi non ha dimestichezza con il pc, può recarsi direttamente presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate Riscossione e presentare la richiesta di cancellazione ipoteca.

Risposta al nostro lettore

Il nostro lettore nonostante abbia assolto al pagamento del mutuo nel 2004 si ritrova ancora oggi con l’immobile gravato dall’ipoteca inscritta all’epoca della richiesta del mutuo. L’ipoteca è stata estinta con l’annullamento del debito, ma resta iscritta nel registro immobiliare e questo gli impedisce di procedere alla vendita della casa. Il nostro consiglio è quello di procedere in modo autonomo alla cancellazione dell’ipoteca eseguendo la procedura da noi indicata, in quanto è economica, veloce ed efficace. Nel caso non si ha dimestichezza con il Pc basta presentare la richiesta di cancellazione all’Agenzia dell’Entrate Riscossione.

Come cancellare ipoteca in modo semplice, istruzioni e modulo


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.