ISEE 2020: arrivano i controlli sul patrimonio, ecco a cosa stare attenti

Partono i controlli dell’Isee 2020, lo comunica un messaggio Inps. La verifica riguarda il confronto fra i dati dichiarati e quelli dell’AdE.

L’Inps informa che saranno controllati tutti i dati dell’ISEE 2020 autodichiarati e/o precompilati relativi al patrimonio mobiliare posseduto. Le novità sono state diffuse dall’ente con il messaggio numero 1274 del 20 marzo 2020, in cui viene comunicato le difficoltà riscontrate relativamente alle problematiche in fase di controllo del patrimonio mobiliare, i valori risultano duplicati e non coincidono con quelli dichiarati nella DSU.

Annotazioni dell’attestazione ISEE

Va ricordato che l’Inps con il messaggio numero 96 del 1° gennaio 2020 comunicava il controllo automatico sulla base delle dichiarazione presentate con i dati contenuti nell’archivio dell’Agenzia delle Entrate, e verificava la corrispondenza tra le informazioni indicate dal cittadino nella Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) e quanto riportava l’archivio dell’Ade.

Il controllo ha la funzione di verificare omissioni e difformità relative al patrimonio mobiliare relative al tutto il nucleo familiare. Eventuali difformità vengono poi riportate nelle annotazioni dell’attestazione ISEE.

Neutralizzazione delle duplicazioni dei dati 

Con il nuovo messaggi Inps n. 1274 del 20 marzo mette in rilievo le anomalie del sistema e avvisa che l’Agenzia delle Entrate e l’Inps cercando di neutralizzare automaticamente la duplicazione degli importi.

Gli utenti interessati, potranno presentare una nuova Dichiarazione Sostitutiva Unica ( DSU) per ottenere un’attestazione ISEE senza difformità.

Qualora, nonostante la neutralizzazione dei valori duplicati, risultassero omissioni  o difformità, dovranno presentare l’attestazione dell’ISEE con difformità, documentando la correttezza dei dati auto dichiarati.

Isee precompilato

Il contribuente in un periodo così difficile dovuto dall’emergenza Coronavirus, con la chiusura dei  CAF e patronati, se ha urgenza di elaborare la dichiarazione DSU, può farlo accedendo alla sezione dedicata del portale Inps: “Prestazione, servizi informazioni”, digitando ISEE precompilato, si attiva il percorso che porta a 3 tutorial in forma di guida.

Seguendo i passi graduali del servizio, il contribuente può accedere alla compilazione della DSU in forma semplificata.

Il modello ISEE online si compone di una parte di dati autodichiarati, cioè indicati dai contribuenti, mentre l’altra porzione è formata da informazioni già presenti nel database (redditi e patrimoni), essendo dati in possesso dei due Istituti.

ISEE 2020 precompilato con DSU automatico, le ultime novità Inps


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”