Isee corrente al termine della Naspi: può essere richiesto?

In caso di termine della Naspi è possibile richiedere l’Isee corrente per certificare di avere diritto al Reddito di Cittadinanza? Scopriamolo.

L’Isee corrente può essere un ottimo strumento per poter accedere al reddito di cittadinanza qualora i redditi presenti nell’Isee ordinario non permettessero di ricevere il beneficio. In 2 anni, infatti, la situazione reddituale di un nucleo familiare può mutare in maniera radicale ed è proprio per questo motivo che è stato messo a disposizione questo strumento.

Isee corrente a termine Naspi

Buongiorno, ci sono marito e moglie che nel 2019 hanno percepito entrambi la Naspi e non avevano i requisiti per poter richiedere il reddito di cittadinanza in quanto superavano Isee. La moglie ha percepito NASPI sino Settembre 2019 il marito sino a Giugno 2019.Quesito? Possiamo richiedere l’ Isee corrente che certifichi la reale situazione attuale e successivamente fare richiesta del reddito di cittadinanza?
Grazie. Sicuro di un vostro riscontro porgo distinti saluti. 

L’Isee corrente può essere presentato per avere una fotografia del reddito reale, nel momento presente, del nucleo familiare. Con l’Isee ordinario, infatti, si devono prendere in considerazione i redditi percepiti, il patrimonio mobiliare ed immobiliare relativo al 2018.

Dal 2018 ad oggi, infatti, sono molte le cose che possono far variare il reddito di un nucleo familiare ed in presenza di cambiamenti è possibile presentare Isee corrente. Ma quali cambiamenti sono necessari per poter fruire del beneficio?

Possono presentare l dichiarazione i nuclei familiari in cui:

• si sia verificata la variazione lavorativa di uno dei componenti (licenziamento, riduzione delle ore lavorate e retribuite, termine o sospensione di una prestazione, ecc…)

• si sia verificata una variazione del reddito totale del nucleo familiare superiore al 25%

La dichiarazione, in ogni caso, non può essere presentato se la variazione riguarda il solo patrimonio mobiliare ed immobiliare, in quel caso per avere dichiarazione aggiornata si dovrò attendere gennaio 2021.

Nel vostro caso, però, essendo intervenuta per entrambi la scadenza della Naspi, essendoci stato, quindi, un notevole reddito in meno rispetto al 2018, la possibilità di presentare l’aggiornamento della dichiarazione c’è.

Vi consiglio, pertanto, di presentare l’Isee corrente (ma solo se avete un Indicatore situazione economica equivalente 2020 in corso di validità, in caso contrario presentare prima la dichiarazione ordinaria e, solo dopo, quella corrente) e poi presentate domanda di reddito di cittadinanza.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.