Isee corrente per Reddito di cittadinanza: non sempre è possibile

Reddito di cittadinanza e Isee corrente: vediamo quando è possibile in caso di separazione o divorzio.

L’Isee corrente permette di effettuare un’aggiornamento della dichiarazione Isee per prendere i considerazione i redditi recenti e non quelli del 2018 (che prende in considerazione l’Isee ordinario). Questo strumento è molto utile per chi deve richiedere (o già percepisce) il reddito di cittadinanza: se nel 2018 si svolgeva attività lavorativa e nel 2020 non si ha più quel reddito, infatti, l’importo spettante con il reddito di cittadinanza potrebbe essere più alto. In alcuni casi l’Isee corrente permette l’accesso al sussidio negato, magari, con l’Isee ordinario. Cerchiamo di capire.

Isee corrente e reddito di cittadinanza

Un nostro lettore ci chiede:

Io è un mese che percepisco il rdc per  un importo pari ad 140 euro non sono ancora separato da mia moglie e per questo motivo che prendo così poco?potete aiutarmi a capire se e come posso fare l’isee corrente? distinti saluti.

Sicuramente se sua moglie, non essendo ancora separati, vive ancora con lei e fa parte del suo nucleo familiare somma il suo reddito a quello che lei percepisce. Se da una parte, quindi, il nucleo familiare comprende più persone, dall’altra anche i redditi percepiti dai componenti del nucleo familiare aumentano (se ad esempio sua moglie lavora i suoi redditi vengono scalati dal reddito di cittadinanza). 

Non essendo ancora legalmente separati, però, non vedo l’utilità della presentazione dell’Isee corrente adesso (che terrebbe conto anche dei redditi di sua moglie).

In ogni caso non sempre è possibile presentare Isee corrente. E’ consentito solo nel caso che la situazione lavorativa di uno dei componenti del nucleo familiare cambi (ad esempio se subentra un licenziamento o una riduzione delle ore lavorative) o se il reddito del nucleo familiare ha una variazione pari o superiore al 25%.

Conclusioni

Nel momento in cui la separazione legale da sua moglie sarà effettiva e la sua ex consorte uscirà dal suo nucleo familiare, si formeranno due nuclei familiari distinti e ci sarà bisogno di presentare una nuova domanda per poter continuare a percepire il reddito di cittadinanza. Se rientra nelle condizioni di richiedere l’Isee corrente potrebbe presentarlo con la nuova domanda per il sussidio.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.