Isee corrente per variazione patrimonio mobiliare è possibie?

Isee corrente: la variazioni possono essere richieste solo per variazioni delle situazione lavorativa o per variazione complessiva del reddito del nucleo familiare superiore al 25%.

Molti sono i cittadini che stanno ricorrendo all’Isee corrente per fotografare la vera condizione economica al momento della richiesta del Reddito di cittadinanza. Purtroppo, però può essere utilizzato solo quando ci sono variazioni consistenti nel reddito percepito nel nucleo familiare. Cerchiamo di capire.

Isee corrente quando richiederlo

Una nostra lettrice ci illustra il caso della madre:  Buongiorno, è possibile fare L’Isee corrente a seguito della variazione del Patrimonio mobiliare quando questo rappresenta l’unica fonte di reddito? Mi riferisco a mia madre vedova con isee molto basso che per un vecchio conto cointestato con mia sorella che nel 2018 era superiore ai 6000 euro non può accedere al reddito di cittadinanza. Nel 2019 il conto è notevolmente inferiore dal momento che è  terminato il contratto di lavoro di mia sorella che non rientra però nel nucleo familiare di mia mamma.
Ringrazio in anticipo se potrete rispondere
Un saluto

Purtroppo la normativa che regola questo strumento è molto chiara e lo strumento può essere utilizzato solo e soltanto per una variazione del reddito e non del patrimonio.

L dichiarazione, infatti, permette di apportare una variazione della dichiarazione ordinaria se la situazione lavorativa o economiche del nucleo familiare è peggiorata rispetto a quella di 2 anni prima, riportata nell’Isee ordinario.

L’Isee corrente può essere utilizzato quando si verifica una delle seguenti condizioni:

• variazione nell’attività di lavoro dipendente o autonomo come ad esempio riduzione delle ore lavorative con conseguente diminuzione della retribuzione, licenziamento, fine di trattamenti previdenziali, assistenziali o indennitari (sospensione di una pensione di invalidità, per esempio, o termine della Naspi

• variazione complessiva del reddito del nucleo familiare che sia superiore al 25%.

L’isee corrente ha una validità di 6 mesi ma, se in presenza di Isee corrente valido uno dei componenti del nucleo familiare ha una variazione migliorativa della condizione economica (tipo trovare un nuovo posto di lavoro o fruire di nuovi trattamenti previdenziali, indennitari o assistenziali che non rientrino nei redditi assoggettabili all’Irpef) è necessario presentare un nuovo Isee corrente.

Per la sola variazione del patrimonio mobiliare, quindi, non è possibile utilizzare l’Isee corrente. Nel caso di sua madre, quindi, sarà necessario attendere il 2021, quando saranno presi in considerazione i patrimoni mobiliari, immobiliari ed i redditi relativi al 2019.

Purtroppo quando si decide di essere intestatari di un conto corrente si deve tenere presente che la metà del denaro depositato o circolante su quel conto, ai fini dell’indicatore situazione economica equivalente, sarà considerato nostro.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.