Isee corrente redditi minori coniuge: può essere usato?

Si può presentare Isee corrente se, rispetto al 2018, il coniuge percepisce redditi minori? Vediamo come compilare la DSU.

L’isee corrente, in vigore dallo scorso anno, permette di avere una fotografia del reddito reale di un nucleo familiare e non basato, come accade per l’Isee ordinario, sui redditi del 2018. Una dichiarazione, infatti, che si basa su redditi di 2 anni prima non sempre permette ad un nucleo familiare che ha perso entrate, di accedere a forme di sussidio.

Isee corrente coniuge con redditi minori

Un nostro lettore ci scrive:

Salve grazie al vostro sito ho scoperto l’ISEE CORRENTE ed ho capito pure come si invia, ma volevo un vostro consiglio; Io ho fatto il nuovo ISEE circa 1 mese fa premesso che mia moglie nell’anno 2019 non ha fatto reddito quindi ho inserito solo il mio, ma alla fine mi hanno calcolato i redditi 2018 dove anche mia moglie aveva fatto reddito e llo hanno inserito pure. Ora vorrei chiedervi, facendo l’ISEE CORRENTE posso andare a modificare e dire che mia moglie nel 2019 non ha fatto reddito? Così inserisco solo il mio di reddito che nel 2019 ho fatto? Oppure si possono modificare solo i dati dei figli?

Ricordiamo che l’Isee corrente può essere richiesto soltanto dai nuclei familiari che hanno subito una variazione della situazione lavorativa (licenziamento, dimissioni, termine di percezione di sussidi ed indennità, ad esempio, ma anche riduzione della retribuzione o delle ore lavorate mensilmente) o nel caso che il reddito totale del nucleo familiare sia variato in misura superiore al 25% rispetto alla dichiarazione Isee in corso (in questo caso quella del 2020).

Nel suo caso, quindi, avendo percepito sua moglie redditi nel 2018 ma non nel 2019, il reddito del nucleo familiare ha subito una variazione, ma suppongo che ci siano state variazioni sostanziali anche nella condizione lavorativa della signora, e l’Isee corrente, quindi, può essere usato.

Nell’Isee corrente troverà 4 diversi quadri da compilare che andranno ad integrare la DSU in corso di validità già presentata.

Nel quadro S1 dovrà indicare il codice fiscale del dichiarante e gli estremi della DSU già presentata.

Nel quadro 2  dovrà indicare soltanto i familiari per i quali è intervenuta, rispetto al 2018, una variazione della condizione lavorativa o del reddito complessivo (nel suo caso, quindi, solo quelli di sua moglie)

Nel quadro 3 dovrà indicare per ogni componente del nucleo familiare che ha indicato nel quadro 2 i redditi percepiti negli ultimi 12 mesi (nel suo caso, quindi, sempre solo quelli di sua moglie).

Non deve, quindi, inserire i suoi redditi (che indicherà solo se hanno subito una variazione rispetto al 2018) ma solo le variazioni intervenute nei redditi di sua moglie. I suoi figli non li deve proprio inserire.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.