Isee: è possibile abbassarlo, ecco come

Isee: ecco quando e come è possibile togliere familiari e redditi, e aggiornare le informazioni riportare nella dichiarazione e presentare l’Isee Corrente

Ormai la dichiarazione Isee, o Dsu (dichiarazione sostitutiva unica), è un documento indispensabile per richiedere agevolazioni pubbliche come: il reddito di cittadinanza, pagamento delle tasse universitarie e della mensa scolastica, la richiesta del pagamento rateizzato delle cartelle esattoriali e tanto altro ancora. Alcune volte, in certe circostanze la dichiarazione Isee non rispecchia la reale situazione del nucleo familiare, poiché il patrimonio, i redditi di tutti i componenti della famiglia, risalgono al secondo anno precedente alla presentazione della dichiarazione. In questo frangente possono accadere circostanze che modificano le condizioni del nucleo familiare sia nella sua composizione che nella situazione patrimoniale. In questi casi, vediamo se è possibile modificare la dichiarazione sostitutiva unica.

Isee è possibile modificarlo?

C’è la possibilità di poter modificare l’Isee e renderlo veritiero alla situazione attuale reddituale della famiglia. Ciò è possibile presentando il modello Isee corrente, in cui si può aggiornare i redditi del nucleo familiare praticamente in tempo reale. Si può effettuare anche la modifica in caso in cui il nucleo cambi nella sua composizione. Un componente del nucleo familiare può uscire solo nel caso in cui cambia residenza o se si possa avvalere del nucleo familiare ristretto per la presentazione di Isee sociosanitario-disabili.

Cattiva idea è quella di abbassare l’Isee omettendo di dichiarare redditi, beni mobili o immobili, in quanto ci si espone in sanzioni penali e anche perché dal 2020 con l’entrata in vigore dell’Isee precompilato, l’Inps sarà a conoscenza dei dati ancor prima della presentazione del modello, grazie ai diversi collegamenti con diverse banche dati.

Isee: ecco quando abbassare i redditi

I redditi Isee è possibile aggiornarli con i dati degli ultimi 12 mesi o addirittura con gli ultimi 2 mesi, utilizzando il modello Isee corrente.

Per presentare il modello Isee corrente bisogna:

  • Che sia già stato presentato per lo stesso nucleo familiare, un Isee in corso di validità;
  • Almeno un componente del nucleo abbia perso il lavoro a tempo indeterminato, dopo il 1° gennaio dell’anno di riferimento dei redditi dell’Isee ordinario (i redditi indicati nel modello Isee ordinario si riferiscono al 2° anno precedente);
  • che, per almeno un componente del nucleo, gli sia stata sospesa l’attività lavorativa dipendente a tempo indeterminato, dopo il 1° gennaio dell’anno di riferimento dei redditi dell’Isee ordinario;
  • che, un componente del nucleo, gli sia stato ridotto l’orario di lavoro, se dipendente a tempo indeterminato, dopo il 1° gennaio dell’anno di riferimento dei redditi dell’Isee ordinario;
  • che almeno un componente del nucleo abbia perso il lavoro a tempo determinato o un impiego flessibile, purché sia stato occupato per almeno 120 giorni nei 12 mesi precedenti la conclusione dell’ultimo rapporto di lavoro; la variazione della situazione deve avvenire, dopo il 1° gennaio dell’anno di riferimento dei redditi dell’Isee ordinario;
  • un componente del nucleo abbia terminato l’attività di lavoro autonomo, se svolta in via continuativa per un minimo di 12 mesi; anche questa variazione lavorativa deve avvenire dopo il 1° gennaio dell’anno di riferimento dei redditi dell’Isee ordinario;
  • che uno componente perda una pensione, una prestazione di assistenza o un differente trattamento non rientrante nel reddito complessivo ai fini Irpef;
  • che si verifichi una diminuzione del reddito familiare pari almeno al 25% rispetto alla situazione reddituale calcolata con la prima dichiarazione Isee.

Isee aggiornato per quanto vale?

L’Isee corrente ha validità di 6 mesi a partire dal momento della presentazione del modulo sostitutivo. Ma nel caso in cui le variazioni riguardano la situazione lavorativa o il godimento di eventuali trattamenti, l’Isee corrente deve essere aggiornato entro due mesi dalla variazione.

Quando si possono togliere dei familiari dall’Isee?

Non sempre il nucleo familiare ai fini Isee coincide con quello anagrafico. Si fa parte dello stesso nucleo familiare anche quando si ha una residenza diversa o si è separati o divorziati.

Fanno parte dello stesso nucleo familiare ai fini Isee i coniugi separati o divorziati che continuano a risiedere nella stessa abitazione; se la separazione o il divorzio sono avvenuti dopo il 1° settembre 2018, il cambio di residenza va certificato da un apposito verbale della polizia locale.

Il figlio maggiorenne non convivente fa parte del nucleo familiare dei genitori solo se ha un’età inferiore a 26 anni, e che è nella condizione di essere a loro carico a fini Irpef, cioè non coniugato e senza figli.

I componenti di un nucleo familiare, ai fini Isee, continuano a farne parte anche se si sono verificate variazioni anagrafiche, se continuano a risiedere nella stessa abitazione.

Nel caso si deve presentare l’Isee sociosanitario è possibile restringere il nucleo, includendo solo i redditi del disabile, del coniuge e dei figli.

Si possono togliere redditi e patrimoni dall’Isee precompilato?

Dal 2020, entrerà in vigore l’Isee precompilato: il contribuente troverà la dichiarazione Isee nel sito dell’Inps comprendente di quasi tutte le informazioni occorrenti, come redditi, patrimonio immobiliare e mobiliare. Nel caso in cui si riscontrasse un errore è possibile correggerlo, ma in caso di controlli bisogna presentare tutta la dovuta documentazione che comprova la presenza di inesattezze nelle banche dati e la veridicità di quanto dichiarato.

Isee 2020: Dsu precompilato con i saldi conti corrente, addio alle false dichiarazioni

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.