ISEE Università genitori divorziati: quale dei due deve presentare la dichiarazione?

In caso di genitori divorziati chi dei due deve richiedere l’ISEE Università inserendo il figlio nel nucleo familiare? Scopriamo cosa prevede la normativa.

L’Isee Università è il modello Isee che occorre agli studenti universitari per fruire delle agevolazioni loro offerte (come ad esempio rientrare nella No Tax Area che prevede l’esenzione totale dal pagamento delle tasse universitarie). Cerchiamo di capire quali sono i redditi da indicare in esso e che peso hanno quelli del genitore separato e non convivente con il figlio.

Isee Università

Una lettrice scrive per chiedere:

Buonasera.

Mia figlia deve immatricolarsi all Università’. Sono divorziata Mia figlia è nel mio stato di famiglia. Il mio ex versa un assegno di mantenimento in mio.favore e un assegno di mantenimento in favore di mia figlia. Non so dirvi a carico di chi è fiscalmente mia figlia. Il mio ex marito gestisce due distributori di benzina ed e titolare di partita IVA. Non so dirvi a carico di chi è fiscalmente. Per fare l’Isee universitario devo presentare il mio ISEE o deve essere il mio ex a presentarlo? Vi ringrazio anticipatamente.

Per approfondire consiglio la lettura di: Isee oordinari e Isee universitario, qual è la differenza?

Per i i genitori separati legalmente o divorziati che devono presentare l’Isee per prestazioni per i figli è da seguire le seguenti regole:

  • i figli minori fanno comunque sempre parte del nucleo familiare del genitore con cui vivono anche se sono fiscalmente a carico di entrambi o dell’altro genitore;
  • i figli maggiorenni vanno inseriti nel nucleo familiare della persona di cui sono fiscalmente a carico (anche se conviventi con l’altro genitore); se fiscalmente a carico di entrambi i genitori andranno inseriti nel nucleo familiare del genitore con cui convivono.

Da tenere presente che quando si compila l’Isee Università nel quadro C, al modello MB2 andrà barrata la casella “nel nucleo è presente un solo genitore, mentre l’altro risulta non coniugato e non convivente”.

Nel vostro caso: se sua figlia maggiorenne è a suo carico o a carico di entrambi i genitori, deve presentare lei l’ISEE inserendo la ragazza nel suo nucleo. Se invece è a carico del padre solamente presenterà l’ISEE il padre potendolo includendola nel suo nucleo.

A questo punto, quindi, deve informarsi effettivamente sul carico fiscale perchè diventa determinante capire a chi è fiscalmente a carico la ragazza.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.