Isopensione: è compatibile con assegno di invalidità o viene interrotto?

Isopensione e assegno ordinario di invalidità: perchè sono incompatibili e perchè l’AOI si sospende in isopensione.

L’isopnesione, o assegno all’esodo, permette uno scivolo pensionistico di un massimo di 7 anni per i lavoratori delle aziende che aderiscono. L’azienda, per il periodo di isopensione, continua a versare regolarmente i contributi al dipendente in isopensione che, quindi, al raggiungimento dell’età pensionabile potrà accedere alla “Pensione vera e propria” con un montante contributivo maggiore. In ogni caso l’isopensione erogata è pari alla pensione che il beneficiario avrebbe avuto con i contributi maturati fino a quel momento. La pensione spettante, quindi, al termine dell’isopensione, sarà lievemente più alta.

Isopensione e assegno ordinario di invalidità

Un nostro lettore ci scrive:

Buona sera Patrizia

Le scrivo riguardo la mia situazione di ISO pensione e assegno ordinario di invalidità:

Sono stato un lavoratore di Telecom e percepivo un assegno IO, avendo i requisiti per la ISO pensione, sia per quanto riguarda età contributiva (pensione anticipata) che per la pensione di vecchiaia, ho fatto domanda ed è stata accolta dall’ INPS e sono in ISO pensione dal 01/12/2019

In una circolare INPS n. 119 del 1agosto 2013 al par. 3.2 recita testualmente:

” Si precisa che non può essere accolta la domanda di prestazione finalizzata alla pensione anticipata nel caso in cui il lavoratore sia già titolare di pensione di invalidità ovvero di assegno ordinario di invalidità”.

Da questa circolare deduco che sono andato in pensione di vecchiaia, ora mi chiedo perché nel mio profilo INPS risulta che l’assegno ordinario di invalidità è stato revocato, quando dopo tre riconoscimenti consecutivi, l’assegno di invalidità è confermato automaticamente e non si può più rinunciare e viene trasformato d’ufficio in pensione di vecchiaia al raggiungimento dei requisiti.

Ho chiesto più volte al call center INPS, ti lascio immaginare le varie risposte.

Considerando che l’ISO pensione è un assegno di esodo erogato dall’INPS, dopo fideiussione bancaria dell’azienda.

Se io avessi interrotto il rapporto di lavoro con l’azienda, perciò disoccupato avrei percepito l’assegno IO fino all’età pensionabile.

Credo che abbia diritto ancora all’assegno IO in quanto mi sembra compatibile con ISO pensione di vecchiaia.

Cortesemente mi può dire e/o consigliare la strada per risolvere o avere delle risposte in merito, o documentazione che descrive se ho diritto o no.

Nell’attesa di un riscontro cordiali saluti.

P.S. se non mi risponde tramite e-mail, può indicarmi dove trovare la risposta al quesito.ù

Partiamo da presupposto che i titolari di assegno ordinario di invalidità non possono accedere ad alcuna forma di pensione anticipata. Da qui la precisazione che cita della circolare INPS n. 119 del 1agosto 2013 al par. 3.2 ” Si precisa che non può essere accolta la domanda di prestazione finalizzata alla pensione anticipata nel caso in cui il lavoratore sia già titolare di pensione di invalidità ovvero di assegno ordinario di invalidità”.

La domanda di isopensione presentata dai lavoratori che entro 7 anni (o 4 anni) raggiungeranno la pensione anticipata, quindi, non viene proprio accolta dall’INPS poichè i titolari di AOI non possono accedere alla pensione anticipata.

Nel suo caso l’isopensione è stata finalizzata alla pensione di vecchiaia e lei sta percependo, da dicembre 2019, l’assegno mensile che avrebbe ricevuto se avesse raggiunto i 67 anni con i contributi versati fino a novembre 2019. Si tratta, quindi, della pensione di vecchiaia senza gli ulteriori anni di contributi figurativi che il suo ex datore di lavoro verserà in questi anni (l’assegno al raggiungimento dei 67 anni, poi, sarà ricalcolato in base anche ai contributi figurativi in oggetto).

E’ naturale, quindi, che l’assegno ordinario di invalidità sia stato sospeso. L’AOI, come lei ben sa, è una pensione a tutti gli effetti ed è incompatibile con qualsiasi altra forma previdenziale e si trasforma in pensione di vecchiaia all’accesso. Grazie all’Isopensione lei, ha aderito alla pensione di vecchiaia con un certo anticipo ma deve considerare che l’INPS non può pagarle due prestazioni derivanti dagli stessi contributi versati (anche l’assegno ordinario di invalidità, infatti, è calcolato sui contributi maturati dal beneficiario non essendo una prestazione assistenziale).


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.