Jean Todt torna a parlare di Michael Schumacher, ecco cosa ha detto

Jean Todt, presidente della FIA, ha parlato dello stato di salute di Michael Schumacher in un’intervista con la Repubblica

Jean Todt, presidente della FIA, ha parlato dello stato di salute di Michael Schumacher in un’intervista con la Repubblica. L’attuale numero uno della FIA ha dichiarato a proposito del suo ex pilota: “Non ci sono notizie al riguardo, posso dire solo che Michael sta lottando per migliorare la situazione ogni giorno. Dobbiamo accompagnarlo in questa lotta e sostenere la sua famiglia. Faremo di tutto per aiutarli, ma dobbiamo rispettare i loro desideri “.

Il francese ha anche parlato della visita a cui Michael Schumacher è stato sottoposto a Parigi: “Sfortunatamente, sono proprio quelli che non sanno nulla di Michael che parlano. Sono davvero sorpreso che quando è venuto a Parigi per un controllo, alcune persone che avrebbero dovuto privilegiare il segreto medico abbiano rivelato alcune informazioni al mondo esterno. Speriamo ci siano miglioramenti continui “. 

Jean Todt ha parlato dello stato di salute di Michael Schumacher in un’intervista con la Repubblica

Jean Todt ha confermato ciò che ha detto alcuni mesi fa: “Ho detto la verità, ho visto alcune gare con lui in televisione e spero che un giorno potremo andare a una gara insieme. La sua famiglia e io abbiamo contatti quotidiani. Stasera andrò a Ginevra per vederlo”. L’ex team manager della Ferrari, non critica i numerosi fan che ogni giorno cercano di conoscere quelle che sono le reali condizioni di salute di Schumacher.

“Stiamo parlando di una leggenda automobilistica. Non è ingiusto amarlo o volere avere notizie su di lui, ma spetta alla famiglia decidere cosa vogliono che il mondo esterno sappia. Cercano di proteggere la vita privata di Michael come ha sempre voluto lui del resto”. Per quanto riguarda il suo rapporto con il figlio del sette volte campione del mondo, Mick Schumacher, Jean Todt ha dichiarato: “Conosco Mick da quando era bambino, lo amo, è intelligente e si comporta bene. È il risultato dell’eccellente lavoro dei loro genitori. Lasciamolo lavorare in pace, il cognome è pesante, ma con la visiera sotto diventa come tutti gli altri: dimentica tutto ”.

Ti potrebbe interessare: Dialogo tra due infermieri: Michael Schumacher è cosciente


Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest – Youtube – contattaci su Whatsapp al nuovo numero 3516559380 - inserite questo numero in rubrica e inviarci il seguente messaggio tramite whatsapp: "notizie", vi risponderemo il prima possibile.