La cannabis legale venduta nei supermercati Lidl

La marijuana si acquista al supermercato.

La Svizzera apre la commercializzazione della cannabis nella misura THC circa all’1%. Si tratta di un’erba da fumo resa appetibile dall’elevata presenza di cannabiddiolo (CBD). La società “The Botanicals”, afferma che tale sostanza produca un effetto anti infiammatorio e antistress, quindi fondamentalmente calmante.

L’avviso diramato attraverso gli uffici stampa della multinazionale, afferma che la Lidl metterà in commercio la marijuana solo nei supermercati svizzeri.

Come crescono le piantine di cannabis dirette alla vendita?

Per la coltivazione di queste piante si è utilizzato un trattamento in serre automatizzate, si tratta di strutture create per la produzione in serie della cannabis. Puntando sull’agricoltura sostenibile, senza l’intromissione di materiali chimici o sintetici, viene escluso l’uso di sostanze geneticamente modificate.

Quanto costerà la cannabis al supermercato?

Considerando che 3 grammi costeranno circa 20 franchi, il consumatore pagherà all’incirca 17 euro.  Sostanzialmente, la commercializzazione libera della cannabis avrà un impatto decisivo su tutta l’Europa, un faro verso la liberazione delle droghe leggere. Secondo quanto si legge dallo “Sportello dei Diritti”, il presidente Giovanni D’Agata, afferma che si tratta di un tema che aprirà non pochi dibattiti.

Arriverà in Italia la vendita della cannabis nei supermercati?

Si tratta di un progetto pilota che parte dai supermercati della Lidl solo per la Svizzera. La commercializzazione dell’erba in formato light, attualmente è legale anche nel nostro Bel Paese. L’ipotesi che dopo il lancio in Svizzera, possa toccare anche all’Italia è abbastanza fattibile.

È palese, se la cannabis approda nei supermercati difficile che non si avviino le procedure per la legalizzazione.

Attualmente, in Italia la produzione della marijuana light è esplosa. Si registra un incremento di aziende, rivenditori e produttori. Da una recente analisi risulterebbe che la legalizzazione di queste sostanze nel nostro Paese, con il dovuto controllo degli organi dello Stato potrebbe apportare nelle casse circa 8 miliardi di euro. Resta da valutare che si trascinerebbe dietro non solo un incremento sostanziale di “cassa”, ma anche di nuovi posti di lavoro, una manna anche per l’Inps, dove rientrerebbero soldi come contropartita di contributi versati per i nuovi assunti.

 

Patenti Di Guida Non A Norma, A Un Passo Da Una Maxi Multa. Ecco Cosa Accadrà?

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein