La civiltà etrusca grande attrazione per scienziati e studiosi

La civiltà etrusca affascina molti scienziati e studiosi di antichità. Chi erano gli etruschi e da dove provenivano? Le testimonianze

La civiltà etrusca è sempre stata una grande attrazione per molti scienziati e studiosi di antichità che si sono cimentati in lunghe e pazienti ricerche per tentare di risolvere i vari interrogativi che lo studio di questa civiltà ancora ci pone.

Chi erano gli etruschi e da dove provenivano?

Dalle numerose testimonianze giunte sino ai nostri tempi, si può affermare che il periodo di maggiore splendore della civiltà etrusca si deve far risalire all’ottavo fino sesto secolo a.C..

Durante questo periodo il popolo etrusco aveva i suoi insediamenti maggiori tra il Mar Tirreno,l’Arno ed il Tevere e proprio in questa zona si trovano ancor’oggi le maggiori testimonianze di questa antica civiltà. Tuttavia gli Etruschi estesero il loro dominio anche alla pianura padana e, nel basso Lazio sino alla Campania, dove fondarono Capua.

La civiltà etrusca e le testimonianze di insediamento

Tante sono le testimonianze di insediamento etrusco che si trovano anche in Umbria, con la fondazione di Perugia ed Orvieto ed anche in altre zone oltre l’Appennino.

Popolo inizialmente dedito alla pastorizia ed all’agricoltura, successivamente trasformò le sue attività produttive dedicandosi alla lavorazione dei metalli e questa attività portò il popolo etrusco all’epoca del suo maggiore splendore, dovuto allo scambio ed al commercio con altri popoli ed altre civiltà.

Mancanza notizie sulla lingua e sugli scritti degli etruschi

Purtroppo, degli etruschi non è giunta fino a noi la lingua e le poche testimonianze scritte(quasi tutte tratte da lapidi funerarie) non hanno finora consentito una interpretazione degli stessi anche se gli ultimi ritrovamenti(lo scritto su tela della mummia di Zagabria e le lamine d’oro di Pyrgi)potranno portare gli studiosi ad un progresso nelle loro ricerche sulla lingua etrusca.

Scomparsa della lingua etrusca

Il motivo storico della scomparsa di questa lingua si deve probabilmente far risalire al fatto che i conquistatori romani non si curarono di tramandarla ed essendo una lingua usata esclusivamente dagli etruschi, essa si estinse quando questo popolo fu assorbito nell’Impero romano anche se,dagli etruschi, venne usata sino al terzo secolo d.C..

Dominio etrusco di Roma

Occorre ricordare che gli etruschi ebbero il loro periodo di predominio anche su Roma dove imposero alcuni sovrani di origine etrusca quale i Tarquinio e che a Roma lasciarono i segni inequivocabili della loro avanzata civiltà quale la Cloaca Massima, frutto dell’ingegno del popolo etrusco.

Decadenza della civiltà etrusca

La decadenza dell’Etruria iniziò con la sconfitta di Cuma nel 474 a.C.,preceduta dal rovesciamento dal trono di Roma dell’ultimo Re etrusco e, infine, dalla sconfitta subita a Veio ad opera dei Romani nel 396a.C..

Rimane comunque il fascino degli etruschi nelle testimonianze giunte sino a noi anche se la maggior parte di esse si riferisce al culto dei defunti.

In queste opere troviamo l’impronta di una civiltà e di un ingegno molto progredito che può essere messo a confronto solo con quello greco.

redatto da Bruno Cotronei


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Dott. Bruno Cotronei

Bruno Cotronei, magistrato emerito ha svolto per 37 anni l'attività giurisdizionale iniziando correnti di valutazione giuridica utilizzate ora anche dalle Alte Corti; studioso di storia e scienza dell'alimentazione ha approfondito ricerche, per la prima, sull'età contemporanea e,per la seconda,sulle fibre alimentari e la loro incidenza sul regime alimentare; cultore di sport e giornalismo è stato un atleta amatoriale e ha collaborato per molti anni con il Gruppo Editoriale Pellegrini di Cosenza.