La dolcissima storia di una rubrica a disegni per una nonna analfabeta

Quella di Pedro Ortega e di sua nonna è una storia molto speciale che racconta di come una semplice agenda possa essere segno di amore.

Una storia bella, dolce e anche commovente che ci mostra quanto può essere straordinario il rapporto coi propri nonni, e come sia possibile essere così complici. Il nostro protagonista è Pedro, un giovane ragazzo spagnolo e la sua complice è la nonna Encarna Alés. I due, ci mostrano il lato tenero del rapporto nonna-nipote, in particolare ci viene mostrato il lato tenero da parte del nipote, che è da sempre, invece, oggetto di tale tenerezza. Scopriamo questa bellissima storia d’amore.

Una nonna molto speciale

La nonna in questione è originaria di Linares, in Spagna, ha 74 anni ed è analfabeta, questo perché all’età di 8 anni ha dovuto lasciare la scuola nel 1952 per lavorare, e così poter aiutare la famiglia numerosa. Prima ha lavorato presso una panetteria ed in seguito ha iniziato a fare le pulizie da una signora. L’unica cosa che sa scrivere e leggere è il suo nome. Un appoggio in merito a ciò era il marito; lui sapeva leggere e scrivere però è venuto a mancare e la dolce nonna si è ritrovata di nuovo da sola nell’impresa della lettura e delle scrittura.

Pedro, un ragazzo d’oro

Pedro , invece, ha 30 anni, porta di cognome Ortega ed è responsabile della comunicazione di Izquierda Unida in Andalusia, ma quando può ritorna da sua nonna ad aggiornare questa rubrica molto speciale ed originale. Tutto iniziò quando Pedro aveva solo 11 anni, il padre gli diede un block notes dove doveva inserire tutti i numeri di telefono che sarebbero serviti alla nonna. Invece dei nomi, però, Pedro indica le persone con dei disegnini che rivelano qualche cosa inerente alla persona da chiamare. Per esempio. a un suo fratello Pedro lo indica con un coniglio perché lo ha avuto per anni come animale domestico. Una delle figlie è una valigia perché le ha vendute per anni. Altre associazioni sono più semplici: ad esempio, il televisore per il tecnico specializzato. Delle volte Pedro ha tentato di cambiare le immagini da associare, ma questo ha mandato in confusione la nonna che ha gli chiesto di non farlo mai più.

La notizia diffusa sui social da Pedro stesso

Questa tenerissima storia è conosciuta grazie al suo artefice stesso che ha pubblicato via Twitter delle foto di questa fantastica agenda con questa descrizione:

“L’agenda telefonica di mia nonna. Un compito che ho svolto per vent’anni e che non può essere svolto da nessun altro. Perché lei non sa leggere ma capisce perfettamente i miei disegni. Ci divertiamo moltissimo ad aggiornare l’agenda”.

Immediatamente il tweet è stato condiviso arrivando alla curiosità della stampa.

leggi anche : Turchia, la storia della sposa minorenne ed il fotografo coraggioso

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.