La fame nel mondo ancora esiste ma produciamo cibo per sfamare il doppio della popolazione mondiale

I soldi e il cibo sono la nuova piaga d’Egitto? Riflettiamo un pò sui nostri sprechi.

Al mondo siamo 7 miliardi, un numero molto elevato di persone. Circa 800 milioni di queste persone soffrono la fame. Il problema della fame del mondo non è mai stato superato.

Se pensiamo a quando abbiamo fame quali sono le sensazioni che proviamo? Rabbia, tristezza, dolore allo stomaco, poca capacità di pensare lucidamente, poche energie. Se pensiamo, quindi, alla fame come ad una malattia, 800 milioni di persone sono malate sulla Terra.

Fame nel mondo: produciamo cibo per sfamare 13milioni di persone

Ma la cosa davvero brutta di cui rendersi conto è il cibo che produciamo. Sapevate che tutto il cibo che produciamo può sfamare 13 miliardi di persone? Parliamo di quasi il doppio della popolazione mondiale. Come sprechiamo questo cibo allora? Non si tratta solo del cibo ma anche della ricchezza: comperiamo più cibo di quello di cui abbiamo bisogno e una parte, quindi, lo gettiamo via, senza pensare che potrebbe sfamare qualcun altro. Ma se qualcuno, ad un angolo di strada ci chiede l’elemosina, la prima cosa che pensiamo è “Non ho soldi da buttare”. Ma se li buttiamo via ogni giorno con gli avanzi del cibo! Non è solo il cibo il problema, quindi, ma anche la moneta. Il cibo e i soldi, quindi, sono come una nuova piaga d’Egitto.

Forse dovremmo riflettere un pò di più su quello che compriamo, su quello che mangiamo e su quello che gettiamo via perchè ci sono milioni di persone, milioni di bambini che non hanno nulla da mangiare e che sarebbero disposti a mangiare quello che noi, con tanta noncuranza, buttiamo via.

Dello stesso autore leggi anche: Cyberbulli e Cyberbullismo: come riconoscerli e come difendersi


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Ender Game

13 anni e mezzo di esplosiva vivacità. EnderGame è la piccola mascotte di NotizieOra, un ragazzino curioso, estroverso e socievole che ogni tanto si diletta scrivendo qualche piccolo articolo sulla sua vita quotidiana. Scusiamo qualche piccolo errore e qualche ingenuità vista la giovanissima età.