La mancata revisione della caldaia comporta rischi: vediamo quali

La mancata revisione della caldaia può comportare dei rischi, sia si rischia di pagare sanzioni, sia per la nostra sicurezza.

La mancata revisione della caldaia comporta dei rischi, non solo economici in quanto si viene multati, ma è importante avere la certezza di vivere in una casa con un apparecchio controllato, in modo da non correre pericoli. La manutenzione della caldaia deve essere effettuata dal proprietario, dall’affittuario o dall’amministratore. Mentre, i controlli di verifica vengono fatti a campione, controllano che sia stato pagato il bollino blu.

Ogni quanto tempo si fa la revisione della caldaia e a quanto ammontano le sanzioni per mancato controllo?

Fare la revisione della caldaia è obbligatorio, di solito questa operazione ha scadenza ogni due anni, ma alcune eccezioni ci possono far intervenire anche prima. Leggere il manuale di manutenzione può aiutare a capire quando poterla fare esattamente, da qui bisogna seguire sia le istruzioni fornite dalla ditta installatrice che le indicazioni fornite dalla ditta produttrice della caldaia.

Se dimentichi di fare la revisione della tua caldaia, o per scelta personale o perché non ritieni di doverla fare, si rischiano sanzioni che vanno da un minimo di 500 euro ad un massimo di 3000 euro. Attenzione a non perdere il libretto impianto, si rischia una sanzione di 500/600 euro.

Dove vanno annotate le revisioni?

L’intervento va segnato sul libretto tecnico dell’impianto, solitamente viene consigliato dai produttori di farli ogni anno, e i tecnici che faranno l’intervento apporranno sul libretto il tipo di intervento e il giorno in cui è stato effettuato, fondamentale è far intervenire sempre personale specializzato e qualificato.

Poi ci sono i controlli dell’efficienza energetica

Per tutti gli impianti che funzionano a combustibile, sia liquido che solido, ci sono controlli per verificare l’efficienza energetica degli impianti ogni 2 anni, 4 anni invece per apparecchi GPL o metano.

Caldaia obsoleta? Ecco gli incentivi fiscali per sostituirla


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube