La pellicola vegetale che prolunga la durata di frutta e verdura, ecco come funziona

Edipeel, una pellicola che protegge gli alimenti ecco di cosa si tratta

Si tratta di una semplice buccia prodotta da scarti vegetali, che si applica sulla superficie dell’ortofrutta già raccolta per triplicarne in modo naturale la shelf-life. Questo tipo di pellicola si chiama Edipeel e a quanto pare si dimostra essere una vera e propria innovazione.

Edipeel è stato approvato dalla FDA e sta cominciando a fare la sua apparizione in alcune località degli Stati Uniti

Essenzialmente, Edipeel fornisce una specie di barriera che tra l’altro rallenta la velocità con cui l’acqua evapora dai prodotti e rallenta la velocità con cui l’ossigeno entra in un prodotto.

L’idea è stata ideata da James Rogers, ricercatore di materiali presso l’Università della California. Mentre lavorava principalmente con l’acciaio e la plastica nella produzione di celle solari, a un certo punto ha iniziato a chiedersi perché viviamo in un mondo in cui cresciamo così tanto, e allo stesso tempo così tante persone soffrono ancora la fame. Il problema deve essere nella distribuzione, ha deciso, e nella durata limitata del cibo fresco.

Edipeel, una vera e propria innovazioneIn poche parole, Edipeel impedisce all’acqua di uscire e all’ossigeno di entrare nei prodotti, mentre Invisipeel serve a tenere lontani gli insetti (sono entrambi processi che fanno decadere la produzione). Per ottenere i benefici di entrambi i prodotti, è necessario applicare entrambi.

Leggi anche: L’Orto del Nonno: la rivoluzione dell’agricoltura naturale

I prodotti ricoperti da questo rivestimento commestibile invisibile a base vegetale rimangono freschi il doppio del tempo.

Una delle grandi e utili innovazioni nella riduzione degli sprechi alimentari e nell’aumento delle forniture alimentari è avvenuta attraverso migliori tecniche di conservazione degli alimenti. Questa volta Edipeel, è riuscito ad ottenere un ottimo risultato. I prodotti rimangono freschi più a lungo, aumentando drasticamente il tempo e il raggio di spedizione per i produttori di alimenti freschi, il che riduce gli sprechi di cibo e acqua attraverso la filiera alimentare.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.