La pillola anticoncezionale fa bene o fa male? Ecco i casi

La pillola anticoncezionale oltre alla sua funzione ne ha anche altre? Quali sono, poi, i benefici e le controindicazioni a cui bisogna stare attente?

Conosciamo più da vicino uno dei metodi anticoncezionali più usai dalle donne: la pillola anticoncezionale.La pillola contiene ormoni che impediscono l’ovulazione e di indurre anche altri cambiamenti nell’organismo proprio per aumentare l’efficacia anticoncezionale.
Si tratta di un metodo davvero molto efficace, anche se circa l’8% di donne che usano regolarmente la pillola resta incinta nel primo anno di assunzione, o per dimenticanza o per un mancato assorbimento se si vomita dopo averla ingerita.Se si invece la pillola va assunta rispettando rigorosamente la prescrizione la percentuale di gravidanze scende appena all’1%.

Bisogna sfatare un mito:  la pillola non mette al riparo dalle malattie sessualmente trasmissibili, come l’AIDS, quindi è meglio usare il profilattico.

Pillola anticoncezionale, benefici e controindicazioni

I benefici 

Sicuramente la pillola può aiutare le donne con un ciclo irregolare a renderlo più “gestibile”, meno doloroso e intenso, più breve.

Addirittura, viene utilizzata nella cura di disturbi che causano forti sanguinamenti e dolori mestruali, come i fibromi e l’endometriosi, o di altri disturbi causati da squilibri ormonali, ma anche l’acne.

Le pillole combinate permettono di diminuire il pericolo di contrarre il tumore all’utero e alle ovaie, ma anche di migliorare la densità delle ossa nel periodo della perimenopausa.

Non è ancora chiaro l’effetto della pillola sul tumore al seno.

Secondo alcune ricerche c’è un possibile collegamento, mentre altre dicono il contrario.

Le controindicazioni 

Bisogna ricordare che la pillola deve essere assunta quotidianamente, per non incorrere in gravidanze indesiderate, altrimenti non ha effetto.

Essa è controindicata in presenza di specifici fattori di rischio cardiovascolari.

Nonostante sia falso pensare che a pillola possa far ingrassare le donne,  può però portare un po’ di ritenzione idrica, a causa degli estrogeni contenuti nella pillola che ingrandiscono le cellule adipose.

Invece, per l’aumento del colesterolo,  esso dipende dal tipo di pillola e dalla concentrazione di estrogeni e progestinici che vi sono contenuti.

Questo perché i contraccettivi  con più estrogeni hanno in realtà un effetto benefico sul livello di colesterolo.

Ma facendo un discorso più generale nessun cambiamento è sufficientemente significativo da influire sullo stato di salute nel suo complesso.

La pillola può influenzare la pressione, ma se tenuta d’occhio regolarmente anche in questo caso non ci troviamo di fronte a nulla di preoccupante.

Problemi più grandi si possono verificare se si assume la pillola combinata estroprogestinica: possono infatti verificarsi casi di trombosi venosa agli arti inferiori, infarti e attacchi di cuore, calcoli alla cistifellea, tumore al fegato ed al collo dell’utero.

Prima di assumere una pillola di questo tipo, è sempre bene chiedere consiglio ad uno specialista.

 

Leggi anche:

Pillola anticoncezionale: ritiro immediato di tre lotti, ecco la marca

 

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.