La sentenza per cui si protesta in Spagna: l’accusa è di abusi ma non di stupro

Proteste in Spagna per la ragazza 18 enne stuprata, ecco perché.

Spagna: Sono stati condannati 5 uomini per ‘’abusi sessuali’’. Il 7 luglio di due anni fa gli uomini condannati, hanno stuprato una ragazza di 18 anni, al Festival di San Firmino, a Pamplona. Com’è possibile che sono stati condannati per abuso quando è stato un vero e proprio stupro?

Ieri 26 aprile 2018, decine di persone hanno deciso di protestare davanti al Tribunale di Navarra, nel nord del paese, non contenti della sentenza: ‘’Era un vero e proprio stupro non abuso’’

Ecco l’orribile gesto raccontato su un gruppo WhatsApp chiamato ‘’Branco’’

Originari di Siviglia, i 5 uomini che hanno compiuto il crudele gesto, si sono vantati del loro folle gesto su un gruppo whatsApp. Sono stati condannati a soli 9 anni e non a 20 come richiesti dall’accusa.

Chi erano i 5 uomini che hanno violentato la ragazza?

Uno dei 5 faceva parte dell’esercito, un’ altro membro della Guardia civile, invece altri 3 erano ultrà dell’amata squadra di calcio del Siviglia.

I due funzionari sono stati sospesi dalle funzioni.

Inoltre il tribunale ha deciso che i 5 stupratori non si possono minimamente avvicinare alla ragazza, vittima del loro gesto e non possono neanche contattarla per 15 anni. In seguito dovranno versare una somma di un totale di 50 mila euro per risarcirla del danno subito.

La violenza è stata compiuta all’ingresso di una palazzina, nonostante gli avvocati della difesa sostengono che la ragazza era consenziente e che subito dopo l’accaduto rideva e scherzava con i suoi amici. I procuratori riconoscono che la 18 enne aveva incontrato i folli uomini solo 7 minuti prima dell’orribile gesto e che non sapeva neanche come si chiamavano.

La banda aveva rubato il cellulare alla ragazza e lasciata mezza nuda all’ingresso del condominio.

Migliaia di persone protestano nel Paese. Striscioni con scritto ‘’hermana yo si te creo’’- sorella io si ti credo. Diventa virale il video su tutti i social.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.