La tosse: inutili sciroppi e pastiglie, basta usare il miele

La tosse: sciroppi e pastiglie servono a poco, meglio il miele.

Purtroppo quando abbiamo la tosse la prima cosa che ci viene in mente è andare in farmacia anche perché siamo pieni di pubblicità che ci consigliano pasticche e sciroppi, mentre invece sarebbe meglio usare il miele che è anche più salutare.

Attenzione alle pubblicità, inutili sciroppi e pastiglie per la tosse

Le pubblicità parlano di tosse secche, di tosse grassa, per la pubblicità la tosse è un nemico, e invece non lo è. Pochi sanno che avere la tosse in modo moderato è utile, è una nostra alleata, ci mantiene libere le vie respiratorie da muco e catarro, certo poi quando è troppo forte diventa fastidiosa, vediamo quali possono essere i rimedi migliori.

Da studi scientifici fatti hanno dimostrato che gli sciroppi sedativi per la tosse non sono poi tanto utili, e neanche i farmaci che si ritiene di sciogliere il muco e addirittura aiutare la sua espulsione, niente di vero.

La causa della tosse è quasi sempre un’influenza, una bronchite, un raffreddore, insomma, tutte infezioni virali, per cui, grazie alle nostre difese immunitarie va via da sola, senza usare antibiotici. Vediamo cosa fare in caso di tosse fastidiosa, sicuramente dobbiamo andare verso il miele e tanti liquidi.

1)Il miele: per la tosse il miele ha sicuramente più efficacia dei medicinali, va bene preso assoluto o sciolto nel latte o tè caldo. Ottimo per il mal di gola, lenisce le mucose, ci calma la tosse e ci assicura tranquillità per farci dormire la notte. Non datelo ai bambini al di sotto di un anno.

2)Basta bere molti liquidi: serve per rinfrescare la gola che a furia di tossire si irrita. Brodo, tè e succhi di frutta vanno bene, servono a rendere le secrezioni più fluide.

3)Umidificate l’aria: se si vive in una casa dove c’è secchezza, specialmente se vivete in una casa calda per via dei termosifoni accesi, si può irritare la gola e di conseguenza bisogna umidificare l’aria, esistono in commercio gli umidificatori.

4)Lavaggio nasale: se si ha il raffreddore la tosse può essere una conseguenza, in questo caso buona cosa fare un lavaggio nasale con soluzione fisiologica.

5)Succhiare una caramella: non deve essere per forza balsamica, l’importante è che sia dura, va a stimolare la salivazione che va a lenire la mucosa irritata.

Se comunque decidi di usare dei farmaci fai molta attenzione a:

  • non va usato per più di 4/5 giorni
  • guarda le controindicazioni, i mucolitici non vanno dati sotto i 2 anni di età
  • scegli i farmaci con un solo principio attivo, se sono di più si rischiano effetti collaterali
  • fate attenzione ai nomi commerciali, sono molto simili tra di loro
  • rispetta la dose del foglio illustrativo e utilizza il cucchiaio o il bicchierino che esce dalla confezione
  • attenzione a diabetici e minorenni, in alcuni farmaci ci può essere presenza di alcol o zuccheri
  • attenzione a rispettare la data di scadenza che vale per prodotto chiuso, se lo aprite segnatevi quella data perché dopo un mese il prodotto va buttato.

Influenza: ecco i 10 rimedi per prevenirla e per curarla


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube