La verde Irlanda, l’isola di smeraldo, terra ricca di storia, fascino, paesaggi meravigliosi

La verde IRLANDA, l’isola di smeraldo.Terra ricca di storia, fascino, paesaggi meravigliosi e dove la natura continua ad essere rispettata e padrona con i suoi squarci incantevoli.

La verde IRLANDA, per conoscere quest’isola, detta di smeraldo per il verde che suggestiona ovunque, bisogna percorrere la Wild Atlantic Way, un percorso stradale turistico che si snoda per circa da Inishoven Head nella contea di Donegal sino a Old Head of Kinsale in quella di Cork; si potranno ammirare le famose Cliffs of Moher, nella contea di Clare, falesie alte 214 metri a picco sul mare (anche se quelle più alte si trovano a Slieve League nella contea di Donegal che superano addirittura i 600 metri); da vedere anche le Isole Aran, a largo della omonima contea mentre, più a meridione, non sono da perdere il Ring of Kerry e la Dingle Peninsulare; nella contea di Antrim(Irlanda del Nord) è irrinunciabile una visita al Giant’s Causeway, dalle antichissime colonne di basalto che emergono dalle acque; splendide anche le Kilemore Abbey nel Connemara a nord di Galway; incredibilmente unico nel suo genere è il Burren un tavolato calcareo spoglio di vegetazione, che ricorda un paesaggio lunare.

Per qualcosa di diverso. . . 

Gli amanti dei viaggi culturali potranno visitare Dublino(la capitale), Cork e la medioevale Kilkenny tutte ricche di arte, antichità e bellezze coinvolgenti; assolutamente da non perdere una visita al museo della conosciutissima birra Guinness, dal colore scuro e dalla schiuma cremosa.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Dott. Bruno Cotronei

Bruno Cotronei, magistrato emerito ha svolto per 37 anni l'attività giurisdizionale iniziando correnti di valutazione giuridica utilizzate ora anche dalle Alte Corti; studioso di storia e scienza dell'alimentazione ha approfondito ricerche, per la prima, sull'età contemporanea e,per la seconda,sulle fibre alimentari e la loro incidenza sul regime alimentare; cultore di sport e giornalismo è stato un atleta amatoriale e ha collaborato per molti anni con il Gruppo Editoriale Pellegrini di Cosenza.