La voce delle donne sta cambiando, ecco perchè

Le voci femminile di oggi sono più profonde rispetto ai tempi delle nostre nonne, ecco perché:

Uno studio recente, dimostra che le voci femminili sono molto più profonde oggi, rispetto a quelle delle nostre nonne. Non stiamo parlando di Barry White ma alcune ricerche rivelano come le voci delle donne stiano diventando più profonde in alcuni paesi.

Voce e potenza

voci di donnaSe ascolti programmi radiofonici degli anni ’40 e ’50 noterai alcune notevoli differenze tra il modo in cui le persone hanno parlato e come ci esprimiamo oggi.

Il cambiamento più evidente si può sentire nei loro accenti. Il linguaggio non è statico ma dinamico, in continua evoluzione per adattarsi alle mode del tempo e questo si traduce in un cambiamento di pronuncia.

Le donne di oggi parlano in un tono più profondo di quello che avrebbero fatto le loro madri o le loro nonne, grazie alle mutevoli dinamiche del potere tra uomini e donne

Nel Regno Unito, ad esempio, molta meno gente parla con “pronuncia pronunciata” in questi giorni, e persino la voce della Regina Elisabetta II ha perso alcune delle vocali in vetro tagliato della sua giovinezza. Si pensa che questo rifletta un più generale scuotimento delle gerarchie sociali britanniche, portando ad una sorta di impollinazione linguistica tra le classi che ha raggiunto anche Sua Maestà.

Ma una volta superato quegli accenti, scoprirai un’altra trasformazione sociale riflessa nelle nostre voci: le donne oggi parlano in modo più profondo di quanto avrebbero fatto le loro madri o nonne, grazie alle mutevoli dinamiche del potere tra uomini e donne.

Cecilia Pemberton presso l’Università del Sud Australia ha studiato le voci di due gruppi di donne australiane di età compresa tra 18 e 25 anni. I ricercatori hanno confrontato le registrazioni archivistiche di donne che parlavano nel 1945 con registrazioni più recenti prese nei primi anni ’90. Il team ha scoperto che la “frequenza fondamentale” era scesa di 23 Hz nell’arco di cinque decadi, da una media di 229 Hz (all’incirca un A # al di sotto del C centrale) a 206 Hz (all’incirca un G #). Questa è una differenza significativa e udibile.

I ricercatori avevano accuratamente selezionato i loro campioni per controllare eventuali fattori demografici potenziali: le donne erano tutti studenti universitari e nessuna di loro fumava. Il team ha anche considerato il fatto che i membri del gruppo più recente degli anni ’90 usavano la pillola contraccettiva, che avrebbe potuto portare a cambiamenti ormonali che avrebbero potuto alterare le corde vocali. Eppure il calo di tono è rimasto anche quando la squadra ha escluso quelle donne dal loro campione.

Invece, i ricercatori hanno ipotizzato che la trasformazione rifletta l’ascesa delle donne a ruoli più importanti nella società, portandoli ad adottare un tono più profondo per proiettare l’autorità e il dominio sul posto di lavoro.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.