Land Rover potrebbe lanciare un mini Defender

Land Rover potrebbe arricchire la sua gamma con una nuova entry level che sarà una sorta di baby Defender

Voci di una Land Rover più piccola che si collocherebbe al di sotto del Defender e fungerebbe da veicolo entry-level del marchio girano già da un po’, senza ancora conferma da parte dell’azienda. Con la mania per i SUV che diventa sempre più virale di anno in anno, le case automobilistiche stanno cercando di approfittare della situazione riempiendo la loro gamma con tutti i tipi di SUV e crossover. Land Rover non fa eccezione tramutando la sua reputazione di produttore di SUV e fuoristrada in cifre di vendita impressionanti, con il loro volume di vendite negli Stati Uniti in aumento di circa il 215% dal 2012. Il nome Land Rover porta una certa cache, e loro sono intenzionati a sfruttarlo appieno offrendo una gamma completa di SUV per soddisfare la maggior parte dei budget e delle esigenze.

Land Rover potrebbe arricchire la sua gamma con una nuova entry level che sarà una sorta di baby Defender

Il cosiddetto “Baby Defender” non differirà drasticamente dal suo fratello maggiore in missione o stile, poiché Land Rover non vuole modificare la sua formula vincente. La forma robusta e squadrata probabilmente continuerà, con un numero limitato di miglioramenti stilistici per distinguere il nuovo modello dagli altri modelli della gamma Land Rover. I motori previsti includeranno probabilmente un 4 cilindri con diesel e possibilmente anche modelli ibridi. Secondo Motor1 ci sarà solo una variante a 4 porte e dovrebbe avere un prezzo di circa 30 mila euro quando il modello debutterà nel 2021. Vedremo dunque se queste voci troveranno conferma nei prossimi mesi e se davvero la casa inglese intende arricchire la sua gamma con una nuova entry level.

Ti potrebbe interessare: Jaguar Land Rover ha progettato un nuovo sedile per auto che cambia forma


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp