Lavoro ATM Milano: posizioni aperte e come candidarsi

Opportunità di lavoro presso ATM Milano che è alla ricerca di giovani per assunzioni e stage, con laurea o diploma. Ecco come candidarsi.

Interessanti opportunità di lavoro a Milano presso l’Azienda Trasporti Milanesi (ATM) che è alla ricerca di giovani con o senza esperienza, diplomata o laureata per assunzioni e stage. Le offerte di lavoro sono rivolte anche a candidati appartenenti alle categorie protette secondo gli art. 1 e 18 Legge n.68/99. Ecco le posizioni aperte e come candidarsi.

Lavoro ATM Milano: profili professionali

Periodicamente, il Gruppo ATM, Azienda Trasporti Milanesi offre opportunità di lavoro a giovani laureati e diplomati, con o senza esperienza, da inserire nell’organico anche come tirocinanti. Le offerte di lavoro hanno sede Milano e provincia.

Al momento le figure che ATM sta cercando sono:

√Tecnico People Mover C.NA Gobba, Ospedale San Raffaele;

√Responsabile legale civile/societario;

√Operatori di stazione;

√Mobility Engineer;

√HR Plant Specialist;

√Conducenti Nord Est trasporti – Gruppo ATM;

√Addetti funicolare Como Brunate;

√Responsabile innovazione digitale;

√IT Portfolio Manager;

√Conducenti di linea.

Ulteriori informazioni su requisiti, titoli di studio e competenze sono descritte nelle singole offerte.

Come Candidarsi

In realtà le offerte di lavoro e, quindi, le posizioni aperte sono molte di più e possono essere visualizzate sul sito dell’Azienda www.atm.it. Infatti, nella sezione “Lavorare in ATM” è possibile scegliere la posizione professionale più idonea e candidarsi all’offerta, se in possesso dei requisiti.

Tutte le selezioni sono aperte a uomini e donne. I candidati saranno scelti dopo un’attenta analisi dei curriculum pervenuti e, per le candidature più idonee, invitati ad un colloquio conoscitivo.

Clicca su categoria: lavoro per non perdere le nostre le nostre news.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp