Le cose che una volta erano gratis e oggi si pagano

Quante sono le cose che una volta erano gratuite e che oggi, invece, si pagano?

Molte cose un tempo si pagavano e oggi non si pagano più, come nel caso degli sms che sono diventati talmente obsoleti a causa di Whatsapp da essere offerti da quasi tutti gli operatori gratuitamente nelle tariffazioni mensili o come la connessione ad internet, che un tempo era un lusso per pochi ed oggi, invece  è offerta insieme al telefono di casa ad un prezzo molto basso.

Ma se servizi come quesi sono diventati gratuiti, altri, che per molto tempo sono stati gratuiti, hanno iniziato ad essere a pagamento.

Facciamo qualche esempio. Prima viaggiare in aereo era un lusso per pochi e costava molto e per questo gli extra offerti a bordo, dal pranzo al caffè, dal bagaglio in stiva a qualsiasi optional era compreso nel biglietto, oggi che i prezzi del biglietto sono alla portata di tutti qualsiasi cosa si paga a parte: le cosnumazioni, la scelta del posto, il check in fatto in aeroporto anziche online.

L’acqua al bar un tempo era sempre gratis, ora, a meno che non chiediate esplicitamente acqua del rubinetto al bar si paga anche l’acqua perchè per una questione igienica i bar non possono più versare un bicchiere d’acqua dalle bottiglie da un litro e mezzo e devono servire le bottiglie da mezzo litro che non costano mai meno di un euro e mezzo.

E cosa dire degli extra negli hotel? Un tempo minibar, piscina, sauna, room service erano compresi nella tariffa della camera. Ora, molto spesso si pagano a parte e di gratis negli alberghi sono rimaste, laddove le mettono, solo le boccette di shampoo.

La consegna a domicilio un tempo era sempre gratuita, o meglio, dipendeva dal buon cuore dell’esercente. E dal buon cuore del cliente dipendeva la mancia al garzone, che non era dovuta ma era sempre ben accetta. Ora no: dalla pizza alla spesa, la consegna a domicilio è quasi sempre a pagamento, è un servizio che offrono tutti e si paga e a rimetterci è il garzone che non riceve più mance.

I parcheggi a pagamento un tempo non esistevano ed erano un ‘eccezione riservate alle vie centralissime delle grandi città. Ora invece l’eccezione sono quelli gratuiti, con le ormai introvabili strisce bianche.

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.