Le donne con tumore al seno metastatico possono evitare la chemioterapia

Le donne con tumore al seno metastatico possono evitare il ricorso alla chemioterapia, trattamento molto pesante sia a livello fisico che psicologico.

Come da recenti studi, le terapie ormonali e i farmaci a bersaglio molecolare, possono rivelarsi molto efficaci. Le donne con tumore al seno metastatico possono evitare il ricorso alla chemioterapia, trattamento molto pesante sia a livello fisico che psicologico. Questa conclusione è stata raggiunta da un team scientifico e da alcuni esperti dell’Università Federico II di Napoli.

Lo studio

Sono stati presi in considerazione 140 studi scientifici e visionato oltre 50mila donne. Così è stato possibile scoprire che, sia la terapia ormonale sia la combinazione tra quest’ultima e i farmaci a bersaglio molecolare, non hanno nulla da invidiare alla chemioterapia per quel che concerne gli effetti sulla progressione della neoplasia. Come è stato dichiarato dagli studiosi, il risultato avuto è molto importante, per la prima volta si vanno a confrontare il trattamento chemioterapico e quello ormonale. Gli esperti che hanno effettuato questo studio, hanno potuto constatare che le alternative alla chemioterapia risultano efficaci soprattutto nelle pazienti affetti da cancro al seno metastatico di tipo HR+ ed HER2.

I dati analizzati, permettono di confermare i vantaggi di una scelta che comporta molti meno effetti collaterali per le pazienti. Gli autori dello studio, sperano che questi risultati possano invertire la tendenza che vede ancora la chemioterapia come principale pratica clinica per il trattamento del tumore al seno. Sempre a detta degli studiosi che hanno effettuato questo studio, i risultati della metà-analisi e della revisione sistematica confermano quanto stabilito da tempo dalle linee guida internazionali, che raccomandano il ricorso iniziale alle terapie ormonali e, quando è possibile, la scelta di posticipare la chemioterapia.

Tumore al seno, scoperta sensazionale: reggiseno con sensori particolari


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp