Le fragole, il frutto della primavera: i benefici e le controindicazioni

Le fragole, il frutto della primavera: ecco le proprietà sia benefiche che quelle come le controindicazioni.

Con l’arrivo della primavera andiamo a respirare e assaggiare i profumi e i sapori del momento: uno di questi è sicuramente il sapore delle fragole, con tanti benefici per il nostro organismo. E’ importante anche sapere che ci sono, però, anche alcune controindicazioni, andiamo a scoprirle.

Le fragole: i benefici e le controindicazioni

Le fragole arrivano sulle nostre tavole insieme alla primavera con tante proprietà benefiche: sono ricche di acqua, di antiossidanti, di potassio, di magnesio e di vitamina C, ma bisogna fare attenzione, perché sono allergizzanti.

Molto utili per il nostro organismo, in particolare per via degli antiossidanti che vanno a proteggere dalle infiammazioni, stimolando il metabolismo, aiutano a perdere peso e riducono il senso di fame. Sono utili per controllare i livelli di zuccheri nel sangue, prevenendo il diabete.

Nelle fragole è presente la vitamina C, che va a proteggere il sistema immunitario, rallenta la comparsa di rughe e rafforza i capillari. La presenza di potassio va a contrastare sia il problema della cellulite che quello della ritenzione idrica.

Poi c’è la presenza dello xilitolo, che aiuta a contrastare l’insorgenza della placca ed eliminare i germi, che vanno a provocare le carie alitosi.

I principali benefici delle fragole sono:

  1. Sono drenanti e depurative
  2. Sono un alimento anti tumorale
  3. Sono antiossidanti e vanno a svolgere un’azione neuro protettiva
  4. Proteggono l’intero apparato cardiovascolare

Le controindicazione delle fragole ci sono: vengono ritenute allergizzanti, in quanto vengono classificate come un alimento istaminio liberatore. Questo è un motivo per cui tutti i soggetti che sono allergici devono fare attenzione e limitarne il consumo.

Mangiarne poche potrebbe anche non causare alcun problema, ma esagerare può provocare delle reazioni cutanee, che si possono manifestare con rossori e pruriti. In alcuni casi, molto limitati, si possono avere dei gonfiori alla lingua e la presenza di orticaria. In questi casi è meglio rivolgersi ad un medico o al più vicino ospedale.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp