Le pagelle del festival di Sanremo 2018: le canzoni e gli ospiti

Altro grande punto interrogativo del festival di Sanremo sono le canzoni e gli ospiti, che come ogni hanno detengono le sorti del programma. Baglioni avrà vinto o fatto fiasco?

Le canzoni, il corpo principale del festival di Sanremo da anni, sono i principali punti interrogativi. Ma non solo, oltre ai conduttori, chi sa dare grande spicco al festival di Sanremo sono anche i grandi ospiti, internazionali e nostrani. Ci sarà riuscito Claudio Baglioni in queste due categorie?

LE CANZONI

Questo festival di Sanremo, per quanto riguarda le canzoni, non aveva nulla di più del precedente. La maggior parte erano canzoni poco orecchiabili; si salvano alcune come “Non mi avete fatto niente” di Ermal Meta e Fabrizio Moro, “Una vita in vacanza” dello Stato Sociale, ed infine “Frida” dei The Kolors. Gli interpreti, andando per eccesso, erano gli stessi, i soliti che vediamo più o meno sempre al festival. Ma soprattutto erano pochissimi i campioni giovani, a differenza di un grande numero di interpreti “anziani”. Altra nota dolente del festival di Sanremo è stata una minoranza interpreti femminili, cosa che ha fatto molto discutere. Ma a detta di Baglioni, sono state scelte le canzoni col loro testo e musica senza dare importanza a chi cantasse. Infine, solo alcuni testi sono davvero significati, come la canzone di Moro-Meta, Vanoni-Bungaro e Pacifico, e per finire, Nina Zilli. Quest’ultima, rispetto agli altri, ha parlato di un tema, purtroppo, troppo attuale, l’abuso sulle donne.

GLI OSPITI

Al festival di Sanremo di quest’anno Baglioni non ha sbagliato in questo caso. Ospiti, internazionali o nostrani che siano, sono piaciuti molto. Un carico Fiorello ha aperto la 68esima edizione del festival di Sanremo, che verrà chiusa con la bravissima Laura Pausini, fortemente voluta da Baglioni stesso. Ma non dimentichiamoci di Sting e di James Taylor, mostri sacri della musica europea ed oltreoceano. Non sono da meno Gianna Nannini e Giorgia, Piero Pelù, Gianni Morandi e Fiorella Mannoia ed altri. E quindi la domanda sorge spontanea: sarebbe riuscito il festival di Sanremo ad alzare lo share delle varie serate senza gli ospiti stranieri? Bella domanda senza risposta.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.