Led Zeppelin – Led Zeppelin II: il consolidamento del rock

Il consolidamento dei Led Zeppelin nel mondo della musica rock

A meno di un anno dall’uscita dell’album d’esordio,i Led Zeppelin si buttano subito a capofitto per la registrazione del nuovo album e tra live e studio pubblicano il successivo sequel di Led Zeppelin I.
Led Zeppelin II mette subito in chiaro come stanno le cose: il rock diventa più duro,i riff di Page sono martellati da un grande Bonzo alla batteria e John Paul Jones al basso mettono in risalto tutta la sua purezza.

Led Zeppelin II: I brani

Whole Lotta Love‘ apre subito le danze e il riff iniziale diventerà ben presto uno dei più famosi della musica rock di tutti i tempi.
What Is and What Should Never Be‘ quello che all’inizio sembra una vera e propria ballata per poi immergersi in un rock duro e ritornare successivamente una ballata. Un’altalena stilistica tra blues e rock. ‘The Lemon Song‘ ripercorre lo stesso stile blues rock finora incontrato nei vari pezzi dei Led Zeppelin.a seguire abbiamo la bellissima ‘Thank You‘ che oltre allo stupendo testo rappresenta uno dei punti migliori dell’album.Una ballata dalle mille sfumature per certi versi quasi folk e che introducono i Led Zeppelin in una certa maniera ad un passaggio quasi psichedelico.Ma con’Heartbreaker‘ ritorniamo di nuovo all’inizio,dove il duro riff iniziale lo fa da padrone per tutto il resto della canzone bella tirata dall’inizio alla fine.Mentre il breve blues rock di’Living Loving Maid‘ fa da traino ad una delle canzoni più belle dell’album: ‘Ramble on’,una ballata rock con echeggi a volte quasi folk.Ma il capolavoro in assoluto lo troviamo con ‘Moby dick‘. Questa volta chi si mette in risalto è Bonzo che con il suo assolo diventa il protagonista assoluto per quasi tutta la canzone. Assolo che dal vivo poteva durare anche 20 minuti eseguito ad ogni performance,davvero qualcosa di spettacolare. L’albun si chiude con il classico rock blues di ‘Bring It On Home‘.
Led Zeppelin II anche se partorito tra una tournèe e l’altra comunque consolida quello che i Led Zeppelin stanno facendo in questo periodo: musica vera.

Tracklist:

N.B. Gli asterischi rappresentano il mio indice di gradimento.

1 Whole lotta love (*****)

2 What is and what should never be (****)

3 The lemon song (****)

4 Thank you (*****)

5 Heartbreaker (*****)

6 Living loving maid (****)

7 Ramble on (*****)

8 Moby Dick(*****)

9 Bring it on home (****)

Antonio Murante

Sono nato a Salerno nel 1971, romano d'adozione, amo dipingere,suonare il basso,amo la musica in tutte le sue forme ed è l'unica cosa a cui non rinuncerò mai.
Follow Me: