Legge 104/92: le agevolazioni per il 2018

Legge 104 agevolazioni 2018 per disabili figli e familiari: gli aiuti sono molteplici e riguardano tantissimi benefici, che vanno dai familiari a carico ai veicoli, dall’abbattimento delle barriere architettoniche alle spese sanitaria fino all’assistenza personale.

Le agevolazioni per il  2018 per disabili ai sensi della legge 104/92 sono molteplici e riguardano  sia i  familiari a carico che i  veicoli, nonché l’abbattimento delle barriere architettoniche e spese sanitarie e assistenza personale.

Quali sono?

 DETRAZIONI IRPEF

Le agevolazioni riconosciute dalla normativa tributaria dell’Agenzia delle Entrate  riconosce benefici fiscali in favore dei  portatori di disabilità e ai loro familiari.

Tra le agevolazioni 104 richiedibili nel 2018 ci sono:

  • le detrazioni Irpef previste per il portatore di disabilità con familiari a carico che variano in base al reddito complessivo.  Pertanto, diminuiscono con l’aumentare del reddito, fino a diventare completamente nulle quando il reddito  arriva a 95.000 euro.

Il limite di reddito personale complessivo per ritenere una persona fiscalmente a carico non deve essere superiore a 2.840,51 euro al lordo degli oneri deducibili e della deduzione per l’abitazione principale e pertinenze. Dal  2019 per effetto della Legge di Bilancio 2018, il limite di reddito per essere considerati figli a carico, sale a 4.000 euro fino a 24 anni e poi a 2.840,51 euro dai 25 anni in su.

Agevolazioni auto

A chi e cosa spetta nel 2018

  • possibilità di detrarre dall’Irpef il 19% della spesa sostenuta per l’acquisto;
  • applicazione del’Iva agevolata al 4% sull’acquisto;
  • esenzione dal bollo auto;
  • esenzione dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà.

Le categorie di disabili che hanno diritto alle agevolazioni legge 104/92 su i veicoli sono:

  • Non vedenti e sordi
  • 2) Disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento
  • Disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni
  • 4) Disabili con ridotte o impedite capacità motorie.

I disabili elencati ai punti 2 e 3 sono quelli che hanno un grave handicap (comma 3 dell’articolo 3 della legge n. 104/1992), certificato con verbale dalla Commissione per l’accertamento dell’handicap presso l’ASL. I disabili al punto 4, hanno diritto alle agevolazioni solo se il veicolo è adattato.

Tipi di veicoli

  • Autovetture: Veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo 9 posti, compreso quello del conducente;
  • Autoveicoli per il trasporto promiscuo;
  • Autoveicoli specifici: Veicoli destinati al trasporto di determinate cose o di persone per trasporti in particolari condizioni;
  • Autocaravan: Veicoli aventi una speciale carrozzeria ed attrezzati permanentemente per essere adibiti al trasporto e all’alloggio di 7 persone al massimo, compreso il conducente, solo per la detrazione Irpef del 19%
  • Motocarrozzette: Veicoli a tre ruote destinati al trasporto di persone.

La  detrazione è valida per un solo veicolo in 4 anni che decorrono dalla data di acquisto.

Importante: il beneficio della detrazione può essere concesso nuovamente se il primo veicolo beneficiato risulti precedentemente cancellato dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA).

Quali altre spese su veicoli sono ammesse alla detrazione del 19% Irpef?

  • le altre spese riguardanti i mezzi necessari all’accompagnamento, alla deambulazione e al sollevamento dei disabili;
  • Spese per riparazioni dei veicoli acquistati con l’agevolazione disabili escluse quelle di ordinaria manutenzione. Sono inoltre escluse le spese per assicurazione, il carburante e il lubrificante. Tali spese, per poter essere detratte, devono essere sostenute entro i 4 anni dall’acquisto

IVA AGEVOLATA AL 4% E BOLLO AUTO

Oltre alla detrazione Irpef del 19%, il disabile può beneficiare di altre agevolazione auto, quali:

  • Iva agevolata al 4%, anzichè al 22% sull’acquisto di autovetture fino a 2000 centimetri cubici a benzina, fino a 2800 centimetri cubici se diesel, nuove o usate e sull’acquisto contestuale di optional. l’Iva agevolata può essere applicata una sola volta nel corso di quattro anni;
  • Esenzione bollo auto disabili.  L’esenzione spetta sia quando l’auto è intestata allo stesso disabile, che a un familiare di cui egli sia fiscalmente a carico;
  • Esenzione dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà: i veicoli destinati al trasporto o alla guida di disabili, con esclusione dei non vedenti e sordi, sono esentati dal pagamento dell’imposta di trascrizione al PRA in occasione della registrazione dei passaggi di proprietà.

ALIQUOTA AGEVOLATA PER I SUSSIDI TECNICI E INFORMATICI

Si applica l’aliquota IVA agevolata al 4% ai sussidi tecnici e informatici rivolti a facilitare l’autosufficienza e l’integrazione dei portatori di handicap. Rientrano nel beneficio le apparecchiature e i dispositivi basati su tecnologie meccaniche, elettroniche o informatiche, sia di comune reperibilità che appositamente fabbricati, che permettano al disabile di perseguire una delle seguenti finalità:

  • facilitare la comunicazione interpersonale;
  • l’elaborazione scritta o grafica;
  • il controllo dell’ambiente;
  • l’accesso all’informazione e alla cultura;
  • assistere la riabilitazione.

Come fa il disabile ad usufruire dell’aliquota IVA agevolata per acquistare mezzi tecnici informatici?

Documentazione: Per fruire dell’aliquota agevolata al 4% il disabile o il suo familiare deve consegnare al venditore, prima dell’acquisto, la seguente documentazione:

  • Specifica Prescrizione rilasciata dal medico specialista dell’ASL di appartenenza dalla quale risulti il collegamento funzionale tra la menomazione e il sussidio tecnico e informatico certificato;
  • Autocertificazione per l’acquisto di sussidi tecnico informatici.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Mariangela Palmisano

Guida ed accompagnatrice turistica. Giornalista pubblicista da luglio 2016. Mamma di 3 figli (Cosimo, Anna e Francesco Pio) Presidente de "l'occhiazzurra" una associazione culturale fondata dalla mia defunta cugina la poetessa Angela Palmisano. Amo il mio Paese e non amo le ingiustizie e le persone incoerenti.
Follow Me: