Legge 104: aria condizionata, congedo, trasferimento e pensione. Domande e risposte

Rispondiamo alle domande dei nostri lettori sulla legge 104: Congedo legge 151 se possibile per 4 anni, aria condizionata, trasferimento e pensione.

Rispondiamo alle domande dei lettori sulla legge 104 e le agevolazioni per i lavoratori che assistono i familiari con disabilità e se il congedo straordinario di due anni è valido per il lavoratore invalido; una serie di domande e risposte.

Legge 104: 5 domande e risposte

1. Invalido con 104 comma 3 articolo 3 può usufruire del congedo straordinario

Risposta. Il congedo straordinario legge 151 di due anni retribuito non può essere chiesto dal lavoratore invalido, ma è unicamente per i lavoratori che assistono un familiare con handicap grave ai sensi della legge 104 art. 3 comma 3.

Per i lavoratori con invalidità esiste il congedo per cure di 30 giorni, trova qui tutte le informazioni: Congedo per cure retribuito legge 104, la documentazione specifica

2. Legge 104, comma 3 articoli 3 può usufruire sgravi fiscali per mettere aria condizionata?

Risposta. Se intende l’aria condizionata in casa, esiste il bonus condizionatori anche per il 2020, che è per tutti.

Il bonus condizionatori 2020, prevede la detrazione del 50% della spese sostenuta o allo sconto immediato (dal 1° luglio 2019) sul prezzo, per l’acquisto di un condizionatore che sia anche una pompa di calore, spetta anche qualora l’acquisto venga fatto senza una ristrutturazione della casa.

Per approfondimenti consiglio di leggere: Bonus condizionatori 2020: come funziona e quali novità

3. Quesito. Se gentilmente qualcuno che sappia con certezza mi risponda, chi ha 2 diversamente abili, madre e sorella. Il congedo biennale si raddoppia. Cioè passa a 4 anni? Grazie

Risposta. Abbiamo più volte affrontato quest’argomento, nello specifico la normativa ha chiarito quest’aspetto con la circolare Inps n. 28 del 28 febbraio 2012, che recita alla lettera b) Casi particolari: “…resta confermata la possibilità per lo stesso lavoratore di assistere più familiari disabili, nel rispetto dell’ordine di priorità stabilito dalla legge per ciascuno di essi e delle altre condizioni previste. Naturalmente, in tal caso, il limite complessivo di durata del congedo è di due anni nell’arco della vita lavorativa del dipendente, indipendentemente dal numero di familiari assistiti”.

Per approfondimenti consigliamo di leggere: Congedo di due anni retribuito: è possibile il raddoppio del beneficio?

4 – 5. Mio marito a 63 ha 20 anni di contributi ma purtroppo da tanto tempo non lavora perché la fabbrica dove lavorava ha chiuso, la malattia è stata scoperta dopo ora ha invalidità e accompagnamento e la 104 con il comma 3 possibile che non possa prendere la pensione e che mio figlio non può avere il trasferimento ?

Risposta. Sono due problemi diversi, suppongo che suo marito percepisca l’assegno di invalidità che dopo tre rinnovi si trasforma in pensione di invalidità.

In riferimento al trasferimento di suo figlio con legge 104, non indicando se lavora presso un ente pubblico o privato non le posso dare una risposta chiara.

Comunque, ho trattato molte volte l’argomento, troverà tutti i riferimenti normativi in quest’articolo: Trasferimento con legge 104, il datore di lavoro si può rifiutare?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”