Legge 104 e riconoscimento dei benefici: l’invalidità non basta

Il riconoscimento dell’handicap necessario per la legge 104 è cosa diversa dalla certificazione di invalidità.

Il riconoscimento della legge 104 ad una persona con disabilità non è legato alla percentuale di invalidità civile riconosciuta. Per ottenere il riconoscimento della legge 104 e dei suoi benefici, infatti, è necessario sottoporsi a nuova visita presso commissione medica per la certificazione dell’handicap che può essere anche grave. 

Riconoscimento legge 104

Una nostra lettrice ci scrive:

Chiarimenti Essendo riconosciuta invalida civile al 50 come posso richiedere la legge 104 visto che sono stata riconosciuta già da una commissione come persona disabile grazie

Come abbiamo chiarito sopra, quindi, non basta la certificazione dell’invalidità civile per vedersi riconoscere i benefici della legge 104/1992.

La legge 104, infatti rappresenta la normativa di riferimento per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone con handicap. I destinatari della legge 104 sono i disabili.

L’articolo 2 della legge 104 recita che “La presente legge detta i principi dell’ordinamento in materia di diritti, integrazione sociale e assistenza della persona handicappata”.

La persona handicappata, secondo il comma 1 dell’articolo 2 è “colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.”.

Persona con handicap, quindi, non è colui che ha riconosciuta una invalidità civile. L’invalidità civile, infatti, accerta la capacità lavorativa della persona disabile mentre la legge 104 si basa su minorazioni che causano difficoltà di apprendimento, di integrazione e di relazione. Questo ci fa comprendere che non tutte le persone disabili, quindi, hanno diritto alla legge 104.

Legge 104 e accertamento dell’handicap

Per vedersi riconoscere la legge 104, quindi, è necessario il riconoscimento dell’handicap che avviene tramite visita medica da commissione ASL in cui è presente anche un operatore sociale, un esperto dei casi da esaminare e un medico dell’INPS.

Come farsi riconoscere l’handicap? É necessario inviare domanda all’INPS nel seguente modo:

è necessario un certificato del medico curante che viene trasmesso all’INPS in cui si attesta la natura della disabilità oltre ai dati anagrafici del richiedente

dopo la trasmissione della certificazione da parte del medico curante il cittadino deve inviare all’INPS la domanda per via telematica a cui seguirà la visita della commissione medica che dovrà accertare l’handicap.

La  certificazione dell’handicap quindi, è una cosa distinta dal riconoscimento dell’invalidità. La certificazione di invalidità, infatti, riguarda soltanto la valutazione medico-legale mentre la certificazione dell’handicap copre anche le ripercussioni sociali che si possono avere a causa della minorazione.

nel suo caso, quindi, se richiede il riconoscimento della legge 104 dovrà sottoporsi a nuova visita medica presso commissione ASL.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.