Legge 104: sosta gratis sulle strisce blu, la sentenza

Con la legge 104 che consente di accedere al cartellino disabile, non si paga il parcheggio sulle strisce blu. Ecco la sentenza

Chi è disabile può ottenere il Cartellino disabili per il parcheggio gratis. Il decreto “Semplifica Italia”, ha previsto che i disabili che sono in possesso di verbali rilasciati dalle commissioni mediche di invalidità civile, handicap, cecità, sordità, disabilità riportino su di esso l’esistenza dei requisiti sanitari necessari per la richiesta di rilascio del contrassegno invalidi di cui al comma 2, articolo 381, e ottenere le agevolazioni fiscali relative ai veicoli previsti per le persone con disabilità. I tipi di agevolazioni fiscali che si possono ottenere sono diverse in base alla natura del verbale e delle condizioni sanitarie previste da specifiche leggi. L’articolo 381 prevede agevolazioni per la circolazione e la sosta di veicoli al servizio delle persone invalide. Nel caso in cui il verbale riporta la dicitura sopra menzionata, può farne richiesta.

Sosta gratis sulle strisce blu: La sentenza della Cassazione

Una sentenza della Cassazione ha stabilito che anche i disabili che sostano sulle strisce blu devono pagare il parcheggio, a meno che il posto a loro riservato sia occupato da altra vettura. Quindi c’è la necessità di provare l’indisponibilità di uno degli stalli riservati gratuitamente ai disabili. Situazione non di facile comprovazione.

Bollo auto con legge 104: le esenzioni

Per ottenere l’esenzione del bollo auto con legge 104 non basta la legge 104 art. 3 comma 1. Infatti il decreto “Semplifica Italia” del 9 febbraio 2012 e convertito in legge il 4 aprile dello stesso anno, l’articolo n.5 prevede che i verbali rilasciati dalle commissioni mediche di invalidità civile, handicap, cecità, sordità, disabilità “riportino anche l’’esistenza dei requisiti sanitari necessari per la richiesta di rilascio del contrassegno invalidi di cui al comma 2, articolo 381, decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, e successive modificazioni, nonché per le agevolazioni fiscali relative ai veicoli previsti per le persone con disabilità”.

Agevolazioni disabili: cellulare e internet, le novità 2019

All’inizio del 2019 è stata pubblicata la delibera n. 46/17/CONS dell’AGCOM, che prevedeva per gli utenti non vedenti e non utenti un aggiornamento delle tariffe di internet e telefonia. Molte compagnie telefoniche operanti in Italia hanno attivato, secondo gli obblighi della delibera, delle vantaggiose offerte per questa categoria. Un esempio:

Riduzione del 50% del canone mensile per la telefonia fissa comprensive dei servizi internet

Per la telefonia mobile si offre un congruo volume di traffico dati ad un prezzo accessibile, che non superi il 50% del miglior prezzo in atto dall’operatore per tutte le offerte vigenti a parità di volume di traffico dati.

Esenzione bollo auto legge 104: entro quando presentare domanda

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.