Leggere un libro, quali sono i suoi benefici?

Un libro può essere un aiuto in tante cose: amplia la nostra cultura, ci fa concentrare, allena la nostra mente e previene malattie come l’Alzheimer.

Leggere un libro è sempre stato considerato un hobby noioso, poco interessante e rivolto solo alle persone adulte. Eppure, da alcuni dati emerge che sono soprattutto i più giovani a leggere, sono soprattutto questi a recarsi nelle librerie e passare buona parte del loro tempo in compagnia di un libro. Per fortuna, almeno la considerazione che si aveva di tale attività è stata completamente ribaltata: la lettura di un libro viene considerata un’attività per pochi, quasi di una élite, anche se non ha nulla a che vedere con le classi sociali. Comunque sia leggere un libro, di qualsiasi genere, fa davvero bene alla nostra salute. Vediamo tutti i benefici di cui possiamo godere semplicemente leggendo.

I tanti benefici che la lettura di un libro può avere

Iniziamo da una bella notizia di speranza: stimolare la mente con un libro può prevenire o addirittura rallentare la malattia dell’Alzheimer oltre alla demenza senile.

Il cervello deve essere sempre stimolato per restare attivo, un po’ come quando si va in palestra.

Un libro da leggere è anche un grande alleato contro lo stress: tantissimi di noi sono stressati per motivi differenti, dal lavoro alla scuola, dalle relazioni con le persone ai problemi economici.

Non diciamo di abbandonare i problemi e chiudersi in casa a leggere come un topo di biblioteca e non stiamo nemmeno dicendo che il libro sia la soluzione a tutti i problemi, ma immedesimarsi in una storia diversa dalla nostra, anche per pochi minuti, ci fa rilassare e dimenticare il caos che abbiamo intorno.

E magari, dopo esser stati nei panni di qualcun altro, si riesce ad affrontare la realtà anche meglio.

Leggere qualsiasi libro di qualsiasi argomento può solo ampliare il nostro bagaglio culturale, un po’ come dice il famoso detto “impara l’arte e mettila da parte”.

Non si sa mai in futuro con chi si avrà a che fare o quali situazioni si presenteranno e richiederanno proprio qualcosa che si è letti.

Ma leggere un libro è sicurmente anche arricchirsi personalmente, senza aver il bisogno di mostrare. Con chiunque andrete in contatto, la vostra vena culturale spiccherà fuori senza accorgevene.

A questo aspetto si collega anche la possibilità di apprendere nuovi vocaboli e di poterli usare con chi ci sta intorno, avendo anche un certo fascino: è il caso di Paolo Bonolis, conduttore amato anche per la sua vasta cultura.

Quando si legge spesso si fa riferimento a qualcosa o a qualcuno dei capitoli precedenti, e questo è un ottimo esercizio di memoria che si ricollega alla prevenzione della demenza senile e dell’Alzheimer.

Poi, un’altra ricchezza che spesso diventiamo di avere è quella di poter ragionare, ed i libri non fanno altro che questo, o meglio, ci fanno fare questo. In particolare i gialli o libri polizieschi, o thriller.

Ma anche una semplice storia d’amore narrata in un romanzo ci fa avere un pensiero nostro: magari ci rendiamo conto di non condividere cosa pensa un personaggio, di agire in modo diverso.

Beh, queste cose che possono sembrare banali sono molto importanti ed un libro può aiutarci.

A questo si collega anche di come la lettura possa migliorare la nostra concentrazione ed attenzione in ogni contesto quotidiano: lavoro, scuola, uscita con gli amici ecc.

Un’altra cosa bella legata alla lettura è la scrittura: questo è rivolto soprattutto a chi ha una mente creativa e magari spera di fare una bella figura in classe, durante un compito o un’interrogazione, ma anche per scrivere un biglietto di auguri o una relazione e presentazione di lavoro.

Leggendo, anche diversi autori tra di loro, inevitabilmente si viene influenzati dal loro modo di scrivere e lo si riporta sia oralmente che su un foglio bianco.

Insomma, la lettura di un libro può essere considerata una vera medicina per il corpo e per l’anima, per la propria cultura e per il proprio modo di essere.

 

Leggi anche:

Ho la distrofia e vorrei poter leggere tutti i libri


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.