Limitazioni dell’uso di un noto farmaco: può causare tumore

Limitazione dell’uso di un farmaco, può causare tumore.

Sono state poste delle limitazioni sull’uso del farmaco ciproterone, se assunto in dose eccessive può causare il tumore cerebrale. Solitamente questo farmaco viene usato per diverse patologie, tra cui: dall’irsutismo all’alopecia e all’acne.

Attenzione ad usare in eccesso il farmaco ciproterone, può causare il tumore cerebrale

L’Ema, Agenzia Europea dei Medicinali, raccomanda che la dose giornaliera di ciproterone di 10 mg o più, deve essere utilizzata solo se dosi più basse o altri tipi di cure non dovessero funzionare. Un’altra cosa importante da dire, è che se la cura dovesse funzionare con i 10 mg o più, pian piano deve essere ridotta.

Questi medicinali vengono usati per aiutare a ridurre il desiderio sessuale maschile, nessuna complicazione in caso di terapia contro il cancro alla prostata.

Il rischio che si venisse a creare un meningioma è un effetto collaterale non molto comune, però esiste, la percentuale di svilupparlo sale all’aumentare delle dosi cumulative. I dati che ci vengono trasmessi dicono che un dosaggio di 1-2 milligrammi non creerebbero alcun rischio per la salute.

Si consiglia a scopo strettamente cauzionale e per il bene del cittadino e di chi usa questo medicinale, di non usarlo quando si ha o si è avuto un meningioma.

I medici devono fare molta attenzione a monitorare tutti i pazienti che soffrono di meningioma, i sintomi che destano preoccupazione possono essere:

  • perdita dell’udito
  • perdita di memoria
  • cambiamenti della vista
  • debolezza nelle braccia e nelle gambe
  • convulsioni
  • mal di testa
  • perdita dell’olfatto
  • ronzio nell’orecchie

Appena da un paziente viene diagnosticato un meningioma, il trattamento con il ciproterone deve essere immediatamente sospeso.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp