Limite del contante: dal 1° luglio 2020 euro 1.999,99 fino al 2022 euro 999,99, le novità

Limite del contante dal 1° luglio 2020 con un tetto massimo di euro 1.999,99 per poi passare al 1° luglio 2022 a euro 999.99; blocco anche per la moneta elettronica anonima.

Dal 1° luglio 2020 entrerà in vigore il nuovo limite all’uso del contante paria 1.999,99 euro e dal 1° luglio 2022 subirà una nuova diminuzione arrivando a euro 999,99.  L’abbassamento della soglia è applicabile indipendentemente dalla causale del trasferimento del denaro, sia che vengo trasferito tra soggetti privati che tra persone giuridiche.

La soglia non ha effetti sui prelevamenti e versamenti presso uffici postali o istituti di credito in contanti. Inoltre, sempre nell’anno 2020 e precisamente il 10 giugno entrerà in vigore l’utilizzo e l’emissione dei prodotti di moneta elettronica anonimi.

A regolare queste novità sono gli articoli 49 e 63 del D.L.gs numero 231/2007 successivamente modificati dall’articolo 18, c. 1, lettera a) e b) del decreto-legge numero 124/2019.

Consigliamo di leggere: Il decreto fiscale cambia le regole: tetto al contante, obbligo Pos, carcere agli evasori, tutte le novità


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”