Liquidazione TFS con quota 100: dopo 12 o 24 mesi dalla pensione di vecchiaia?

Per chi ha deciso di accedere al pensionamento con quota 100 la liquidazione del TFS ha tempi molto più lunghi, vediamo il perchè.

Tasto dolente per i dipendenti del pubblico impiego, è rappresentato dalla liquidazione del trattamento di fine servizio. Il TFS, infatti, per i dipendenti statali viene liquidato con tantissimo ritardo rispetto alla cessazione dal servizio e si parla di 12 mesi per chi smette di lavorare per sopraggiunti limiti di età o per accedere alla pensione di vecchiaia e di 24 mesi per chi presenta dimissioni volontarie per accedere a qualsiasi altro tipo di pensionamento. A questi tempi, poi, vanno aggiunti i 90 giorni necessari all’INPS per liquidare la pratica. Purtroppo, però, per chi ha scelto l’accesso alla pensione con la quota 100 i tempi sono ancora più lunghi.

Liquidazione TFS per pensionati quota 100

Un nostro lettore ci chiede:

Buonasera. Lo STATALE che va in pensione con quota 100, il diritto al TFS lo acquisisce al raggiungimento dei 67 anni, ai sensi dell’art. n. 4 del 2019.  DOMANDA: PER Ricevere la 1 trance del TFS si ottiene a: 67 anni + 150 giorni per l’Inps che ha bisogno? Oppure 67 anni + 1 anno come vecchiaia + 150 giorni? Oppure 67 anni + 2 anni come uscita anticipata + 150 giorni ? Grazie e buon lavoro

Per chi ha scelto il pensionamento con quota 100 la liquidazione del TFS avviene dopo 12 mesi dal raggiungimento dei requisiti per accedere alla pensione con la Legge Fornero. Questo significa (non potendo prendere in considerazione il momento in cui avrebbero avuto accesso alla pensione anticipata, avendo lasciato il lavoro e non raggiungendo i contributi necessari per l’accesso alla misura) che il pensionato statale con quota 100 dovrà attendere innanzitutto di maturare l’età anagrafica per accedere alla pensione di vecchiaia (nel 2020 67 anni). Da quel momento iniziano a decorrere i 12 mesi necessari per la liquidazione de TFS, a cui aggiungere, naturalmente, i mesi necessari all’INPS per la liquidazione della pratica.

Per i pensionati quota 100, ex dipendenti statali, la liquidazione del TFS avviene sicuramente dopo il compimento dei 68 anni, a cui poi, bisogna aggiungere il tempo necessario all’INPS per gestire la pratica di liquidazione delle somme dovute.

Questa attesa, tra l’altro, è solo per ricevere la prima rata del TFS (nel caso dovesse essere corrisposto in più rate) poichè per le successive rate i tempi di attesa sono di 12 mesi una dall’altra.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.