Lo smartphone in carica la notte: è pericoloso

Attenzione a lasciare lo smartphone sotto carica di notte.

Gli smartphone di nuova generazione hanno dei tempi di resistenza abbastanza lunghi se si usano normalmente, ma se ci si mette a chattare, usare Facebook e tant’altro i tempi si vanno a ridurre sostanzialmente così da non farlo durare fino a sera, e così si cerca di sfruttare ricariche di fortuna che possono essere i powerbank o prese di fortuna che si trovano su mezzi pubblici e privati.

Attenzione a lasciare il vostro smartphone di notte sotto carica, può essere pericoloso

È vero che dipende dal dispositivo che usiamo, ma in generale lasciare il telefonino sotto carica dopo che ha raggiunto il 100% di può essere pericoloso. I costruttori più importanti adottano delle norme sicure sui dispositivi di nuova generazione, una delle quali prevede il distacco dell’afflusso degli elettroni una volta che il telefonino che stiamo ricaricando arriva al 100%.

Detto questo bisogna fare attenzione ai dispositivi non di ultima generazione. Anche a quelli di nuova generazione bisogna tenere sotto controllo, ci sono agenti esterni che potrebbero interferire con tutto quello che abbiamo detto in precedenza, la temperatura.

Purtroppo quando la notte dormiamo dovremmo evitare di mettere i telefonini e tutti gli altri dispositivi come potrebbero essere computer e tablet, in quanto nel caso si sprigionasse un incendio per un eccesso di temperatura dovuta a uso di termocoperte, lampade sul comodino o stufe elettriche, non potremmo intervenire nell’immediato e quando riusciremmo ad intervenire potrebbe essere tardi. Il consiglio è caricare i dispositivi di giorno o anche la sera, ma la cosa importante che li mettiamo vicino a noi è li controlliamo, e in qualsiasi intoppo intervenire subito.

Altra cattiva abitudine che sembra banale ma che invece non è da trascurare, è lasciare il telefonino nei periodi estivi sul cruscotto della macchina, si possono rischiare grandi conseguenze.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp