L’universo non sarebbe piatto ma curvo: una ricerca italiana cambia tutto

Secondo una ricerca dell’Università Sapienza di Roma ci sarebbero prove evidenti del fatto che l’Universo in realtà non è piatto ma curvo e chiuso

Per tanti anni tra gli scienziati si è dato per sicuro che l’Universo fosse assolutamente piatto, facendo spesso il paragone con un foglio di carta. Le cose però potrebbero non essere così. Secondo una ricerca dell’Università La Sapienza di Roma infatti ci sarebbero prove evidenti del fatto che l’Universo in realtà non è piatto ma curvo e chiuso. Un gruppo di ricercatori, guidati da Alessandro Melchiorri dell’Università Sapienza di Roma, ha pubblicato uno studio sulla rivista Nature Astronomy che dimostrerebbe ciò.

Una ricerca condotta da Alessandro Melchiorri ipotizza che l’Universo non è piatto ma curvo e chiuso

In parole povere la radiazione cosmica di fondo del 2018, i cui dati sono stati raccolti dal satellite Planck dell’Agenzia Spaziale Europea dimostrebbe la vera natura dell’universo. In pratica, pare che l’effetto della cosiddetta “lente gravitazionale” che provoca la deformazione apparente dell’immagine dei corpi celesti ,  in base a quanto si evince da questi dati sia più intenso del previsto. Questo secondo lo studio significherebbe che l’Universo è curvo e chiuso e non piatto come si è pensato per molto tempo.

Melchiorri però nonostante la clamorosa scoperta preferisce rimanere prudente e dice di aspettare i nuovi dati prima di poter dire con certezza che l’Universo non è piatto. Questo nonostante che l’accuratezza dell’analisi condotta sarebbe pari al 99,8 per cento. Vedremo dunque se tale tesi sarà confermata o meno in futuro. Secondo Antonio Masiero  “questo studio mostra ancora una volta l’enorme ricchezza di informazioni della più antica immagine che abbiamo del nostro universo.”

Ti potrebbe interessare: Fine dell’Universo: ecco come sarà e quando in una semplice spiegazione


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp