Luxottica, maxi bonus di 3mila euro ai dipendenti

I lavorati premiati con un maxi premio di produzione.

Il maxi bonus ai dipendenti della Luxottica, il marchio leader nel settore degli occhiali di alta gamma. È l’eccezione alla regola, un traguardo mai registrato nella storia italiana in campo lavorativo. Tutti i dipendenti qualsiasi sia il contratto part time, a termine ecc.  riceveranno un max bonus di circa 3mila euro.

Luxottica un maxi bonus a favore di tanti lavoratori

Un premio che investirà oltre 8mila lavoratori che entro luglio riceveranno una somma non superiore ai 3mila euro leggibile in chiaro nel cedolino della busta paga alla voce premio di produzione. Si tratta di un risultato giunto dopo il contratto stipulato con i sindacati nel 2015.

Una bella vittoria per i sindacati della Cgil, Cisl e Uil di Belluno, un punto di forza che tende a valorizzare il comparto lavoro, nonché la forza dei sindacati nel supporto vivo dei lavoratori. I sindacati hanno lavorato per coordinandosi per portare a casa un risultato che valorizza i lavoratori. Trattative finalizzate su quei meccanismi che vadano a premiare il duro impegno dei lavoratori nella crescita aziendale.

Sostanzialmente, il punto di forza di questo sistema tra i lavoratori e impresa è il premio stabilito. Tanti sono i fattori che influiscono la gestione dei parametri aziendali, quali:

  • grado di assenteismo;
  • flessibilità de lavori con alternanza dei sabati;
  • presenza dei lavoratori nei progetti di sicurezza;
  • anzianità aziendale;
  • rispetto del risparmio energetico;
  • riduzione di spreco della carta presente negli uffici ecc.

Sono state attuate in favore dei dipendenti una serie costante di componenti che combinate tra loro hanno fatto bene sia alla società in termini di risparmio che all’ambiente.

La crescita azienda sostenendo le esigenze della forza lavoro

C’è da dire che la Luxottica da anni rispetta le esigenze dei lavoratori attuando la flessibilità sul lavoro. Un sistema necessario per compensare i bisogni dei dipendenti, raggiungendo quel massimo di competitività aziendale necessaria per competere in un mercato sempre più agguerrito.

Nel 2015 la società lanciò la banca etica delle ore. Si tratta, di un sistema che permette ai lavoratori di donare in favore di un altro collega ore lavorative accantonate permettendo a quest’ultimo un incremento dello stipendio. Una gestione lavorativa che coinvolge tutti i lavorati, compatti verso un bene comune. Un processo in cui viene supportata la crescita della Luxottica, ma garantisca le esigenze di vita reale degli operai.

Sostanzialmente, i dipendenti possono gestire le ore lavorative, organizzarle in relazione alle proprie esigenze. Si valorizzano quei meccanismi che garantiscono in pieno i picchi di produzione, rispettando il lavoratore. Puntando su un’ampia disponibilità nella flessibilità relativa all’orario, sui turni di lavoro, un welfare con asilo nido ecc.  Al lavoratore viene riconosciuta quell’identità di parte viva e integrante dell’azienda, necessaria al processo di produzione

Nestlé Chiude “Casa Buitoni”, La Ricerca Delle Nuove Ricette Spostata In Ohio


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein