Malattia, Congedo, Pensionamento, Quota 100, Opzione donna, Scuola, Ferie, Bollette, Cig, le novità della giornata

Rassegna su: Malattia dipendenti pubblici, Congedo, Pensionamento, Quota 100, Opzione donna, Dipendenti Scuola, Ferie, Bollette, Cig in deroga, le novità

Rassegna oggi 23 agosto 2019 su: Malattia dipendenti pubblici e assenze protratte; Congedo per cure di 30 giorni nell’arco di un anno: l’anno come viene inteso solare o scolastico? Bonus di 513 euro per la rottamazione licenze come ponte per il pensionamento, l’emendamento fermo per la crisi di Governo; Quota 100 un fallimento, a dichiararlo i dati dell’Osservatorio dei Consulenti del lavoro; Rimborsi per bolletta a 28 giorni; Ferie non godute: la Corte Costituzionale chiarisce che si perde l’indennità sostitutiva; Pensione comparto scuola: non ci saranno ritardi; Pensione Opzione donna e cristallizzazione del diritto; Cassa integrazione in deroga: il modulo da inviare; Tutte le novità della giornata. 

Malattia dipendenti pubblici con decurtazione dei primi 10 giorni anche sulle assenze protratte?

Abbiamo affrontato la casistica della malattia dei dipendenti pubblici sulle assenze protratte. Nello specifico i  periodi continuativi che complessivamente superano i dieci giorni, anche a seguito di proroga di un’assenza inizialmente di durata inferiore, non danno luogo a ulteriori riduzioni. Leggi qui la notizia completa: Malattia dipendenti pubblici e decurtazione dello stipendio anche nei casi di depressione?

Congedo per cure di 30 giorni

Dopo la pubblicazione della normativa che regola il congedo per cure di 30 giorni per i lavoratori che hanno una capacità lavorativa ridotta del 50 per cento, ci sono arrivate richieste sulla specifica del periodo temporale nel comparto scuola. La normativa non differenzia il comparto scuola e quindi è da intendersi l’anno solare. Abbiamo trattato l’informazione completa in quest’articolo: Congedo per cure di 30 giorni all’anno, si considera l’anno solare o scolastico?

Bonus di 513 euro come ponte per il pensionamento

Quest’argomento è stato trattato più volte dalla nostra redazione, vista l’ingiustizia venutasi a creare con la misura Indcom divenuta istituzionale che non essendo retroattiva, escludeva gli unici anni in cui non si è avuta la proroga della misura, ed esattamente il 2017 e 2018. È stato presentato un emendamento per rettificare il provvedimento che attualmente è fermo. Leggi qui la notizia completa: Bonus di 513 euro con 57 e 62 anni come ponte per il pensionamento

Pensione Quota 100 un fallimento: ecco perchè

La Quota 100 si è dimostrata un fallimento, a presentare i dati sulla misura è l’Osservatorio statistico dei Consulenti del lavoro, che ha rilevato il tasso di sostituzione tra chi entra e chi esce dal mondo del lavoro grazie a Quota 100 non supererà il 30%. Ciò significa che ogni 10 pensionati ci saranno soltanto 3 assunzioni. Ma questo è solo un aspetto dei tanti problemi legati a questa misura. Leggi qui la notizia completa: Quota 100 è un fallimento? Ogni 10 uscite soltanto 3 assunzioni, ecco i dati

Pensione comparto scuola: non ci saranno ritardi

L’INPS, ha chiarito che non ci saranno ritardi e slittamenti per i pensionamenti dal 1° settembre 2019, data prevista per la finestra di uscita. Per coloro che maturano il diritto alla pensione anticipata andranno a riposo in concomitanza con l’inizio del nuovo anno scolastico. Leggi qui la notizia completa: Pensione Scuola: in pensione da 1° settembre senza ritardi

Pensione Opzione donna con i requisiti nel 2019

La pensione Opzione donna nel 2019 è accessibile con i seguenti requisiti: 58 anni di età anagrafica per le lavoratrici dipendenti e 59 anni per le lavoratrici autonome, con 35 anni di contributi. Entrambi i requisiti devono essere maturati entro il 31 dicembre 2018. Per effetto della cristallizzazione se i requisiti sono stati maturati entro il 31 dicembre 2018, la domanda di pensionamento può essere effettuata anche negli anni successivi, per effetto della cristallizzazione del diritto. Leggi qui la notizia completa: Opzione donna: pensionamento subito o conviene aspettare?

Bolletta a 28 giorni: i rimborsi non arrivano

Dopo innumerevoli solleciti da parte di Agcom e le compagnie telefoniche italiane, i contribuenti non hanno ricevuto nessun rimborso. Continua la battaglia contro le ingiustizie. I rimborsi dovevano essere automatici e rapidi, ma così non è stato. Leggi qui cosa sta succedendo: Bollette a 28 giorni: i rimborsi tardano ancora ad arrivare

Ferie non godute

Una recente sentenza della Corte Costituzionale stabilisce che se il dipendente non ha fruito le ferie durante il periodo lavorativo e che sia stato anche invitato dal datore di lavoro a farlo, perde il diritto all’indennità sostitutiva. È possibile leggere qui la notizia: Ferie non godute e indennità: ecco quando si perdono. La sentenza

Cassa integrazione in deroga: modello SR41 da inviare

Il decreto-legge n. 4/2019, ha previsto l’estensione del termine di decadenza ai pagamenti diretti, da parte dell’INPS, dei trattamenti di integrazione salariale in deroga. Con la circolare INPS 22 agosto 2019, n. 120 l’Inps fornisce chiarimenti sulla normativa e le istruzioni per la compilazione del modello SR41 da trasmettere. Scarica qui il modulo e le istruzioni: Cassa integrazione in deroga: modello SR41 da inviare, termine decadenza dei pagamenti, le novità Inps

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: FacebookTwitterGnewsInstragram e WhatsApp al numero +39 3515397062

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”