‘Mamozio’: da dove deriva e cosa significa questo modo di dire?

Cosa significa questo modo di dire e da dove proviene la parola ‘Mamozio’.

La nascita di questa parola comincia nel 1704 quando a Pozzuoli, Napoli, durante degli scavi per costruire una chiesa, quella di San Giuseppe, venne trovata una statua senza testa; in seguito si è scoperto che apparteneva ad un console romano, Quinto Flavio Mesio Egnazio Lolliano Mavorzio.

Cosa significa e da dove deriva la parola ‘Mamozio’?

La parola “Mamozio” vuole rappresentare una persona un po’ strana, buffa, credulona, stolta. Alla scultura fu integrata una nuova testa, che risultò sproporzionata: era più piccola del corpo, quindi la statua di Lolliano Mavorzio risultava comica e poco credibile.

Gli abitanti di Pozzuoli, ogni volta che gli abitanti del posto la vedevano, ridevano e da qui iniziarono a storpiare il nome; da qui è nata l’abitudine di chiamarla “Mamozio”, perché mostrava la statua con un’aria imbambolata, stupida.

Nel tempo a questa statua chiamata Mamozio fu affiancata un’altra statua, quella del vescovo Martin de Leon Cardenas, proprio nella piazza del mercato, così da diventare “Santo Mamozio”, protettore dei venditori di produttori ortofrutticoli.

Con il tempo questa statua, per il suo essere buffa, veniva spesso fatta oggetto di lancio di frutti di stagione e così il Comune decise, per non farla rovinare, di spostarla nel Museo Archeologico dei Campi Flegrei; la sua figura, con il tempo, è diventata molto famosa anche ad Isernia, nell’isola di Ponza e nell’Isola di Procida.

Per gli amanti del cinema di tanti anni fa come dimenticare la citazione nel film “Il monaco di Monza”, interpretato da Totò e Macario? Lì il nome Mamozio era stato proprio assegnato a quest’ultimo, che interpretava un pastore un po’ strano, buffo, stolto e credulone.

La parola Mamozio viene citata anche in una supplica che viene rivolta a San Gennaro nel caso dovesse ritardare la liquefazione del sangue; essa cita: “San Gennaro San Gennà, sta città te cerca aiuto tu però te si addurmuto e sta storia adda cagnà. Nun vulimmo a nu mamozio ca nun tene autorità, San Gennaro San Gennà vire e nun ce sta a scuccià”.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp