Mascherine fatte in casa, le istruzione fai da te

Mascherine “fai da te” utili e sicure, le istruzioni dettagliate per realizzarle in quattro semplici passi.

Le mascherine sono diventate obbligatorie in alcuni casi e indispensabili per evitare il contagio da Coronavirus. Purtroppo non sempre è facile trovarle a costi accessibili e, soprattutto in molte farmacie, sono mancanti.

Mascherine nella fase 2: indispensabili

Il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, ha tenuto una conferenza due giorni fa in cui ha ribadito l’importanza di non abbassare la guardia. Ci troviamo nella fase 2 e bisogna stare più attenti nell’usare tutte le precauzioni e le indicazioni possibili del Ministero della salute. Se i cittadini sono responsabili, la prevenzione può aiutarci e facilitare la circolazione.

Poi spiega, in merito alle mascherine e alle difficoltà incontrate dai cittadini a reperirle nelle farmacie, che quelle fatte in casa si possono utilizzare e consiglia di seguire per la realizzazione i video diffusi dai Centers for desease control.

Inoltre precisa che i modelli più sofisticati Ffp2 e Ffp3 sono per uso diverso, la mascherina fai da te può essere utilizzata per le uscite quotidiane per protezione.

Termina la sua conferenza stampa invitando le persone a rispettare l’uso delle mascherine e il distanziamento sociale.

Ecco come fare le mascherine “fai da te”.

Materiale per realizzare le mascherine:

  • due rettangoli da 10 “x6” in tessuto di cotone
  • due pezzi da 6 di elastico (o elastici, spago, strisce di stoffa o lacci per capelli)
  • ago e filo (o forcina)
  • forbici
  • macchina da cucire

Istruzioni  “fai da te”

Ecco quattro passi da seguire per realizzare le mascherine protettive in stoffa.

Primo passo: ritagliare due rettangoli da 10 pollici per 6 pollici di tessuto di cotone. Utilizzare cotone a trama fitta, come tessuto trapuntato o lenzuola di cotone. Sovrapporre i due rettangoli, bisogna cucirli come se fosse un singolo pezzo di tessuto.

Secondo passo: ripiegare i lati lunghi ¼ di pollice e l’orlo. Quindi piegare il doppio strato di tessuto su ½ pollice lungo i lati corti e cucire verso il basso.

Terzo passo: eseguire una lunghezza di 6 pollici di elastico largo 1/8 di pollice attraverso l’orlo più largo su ciascun lato della mascherina. Questi saranno i cappi per le orecchie. Usare un ago grande o una forcina per infilarlo. Legare bene le estremità.
Se non si ha l’elastico? Usare elastici per capelli. Se si ha solo lo spago, si possono allungare i lacci e legare la mascherina dietro la testa.

Quarto passo: tirare delicatamente l’elastico in modo che i nodi siano nascosti all’interno dell’orlo. Raccogliere i lati della mascherina sull’elastico e regolare in modo che si adatti al viso. Quindi, cucire saldamente l’elastico in posizione, per evitare che scivoli.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp