Pensione quota 41 precoci: quali requisiti per lavoro gravoso?

In quali casi un lavoratore gravoso perde il diritto alla pensione anticipata precoci con un cambiamento di mansione?

Buongiorno
Mi chiamo Giancarlo ho 56 anni d’ età,37anni di contributi.Sono un lavoratore precoce e svolgo un lavoro gravoso da 24 anni.
Volevo sapere se cambiando mansione, passando ora ad un lavoro ” normale ” perderò il diritto alla quota 41 precoci gravosi.

 

Per i lavoratori addetti alle mansioni gravose è richiesto, per poter accedere alla quota 41 precoci che abbiano svolto tali mansioni per almeno 6 anni negli ultimi 7 anni di attività o per almeno 7 anni negli ultimi 10 anni di attività.

Se lei cambia mansione adesso, che le mancano 4 anni e 5 mesi al raggiungimento dei 41 anni e 5 mesi di contributi, necessari dal 2019 per accedere alla quota 41, per forza di cosa non risponde più al requisito di svolgimento della mansione gravosa per almeno 7 anni negli ultimi 10 anni di attività e, pertanto, perderebbe il diritto all’accesso.

In ogni caso se dovesse essere attuata la quota 41 per tutti, nel 2020, il problema non le si porrebbe, ma io non rischierei di perdere l’opportunità della quota 41 precoci senza avere la certezza che la pensione con 41 anni di contributi venga attuata.

Guarda anche il nostro video: 

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]

 

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.