Menopausa: la dieta che combatte le vampate e ti sgonfia la pancia

Facendo attenzione a cosa si mangia, si possono controllare alcuni sintomi che colpiscono le donne in menopausa, tipo: sgonfiare la pancia e le vampate.

Facendo attenzione a cosa si mangia, si possono tenere sotto controllo alcuni sintomi tipici che colpiscono le donne nella menopausa, tipo sgonfiare la pancia e le vampate. È importante mettere a tavola alimenti in grado di mantenere in salute la struttura ossea, importante è l’apporto di calcio, magnesio, silicio e boro. Il ruolo importante lo hanno anche le vitamine, senza la quale il nostro organismo non è in grado di assorbire il calcio, stiamo parlando della vitamina A, C, K e D.

Menopausa e cambiamenti alimentari

I cambiamenti alimentari della dieta in menopausa, devono essere messi in atto sempre dopo aver consultato il proprio medico curante e dopo aver eseguito tutti gli esami prescritti per indagare la salute ossea e i dosaggi ormonali.

Le cose fondamentali da mettere sulla tavola in menopausa sono i cibi come il melograno, il kiwi, l’arancia, le carote, il melone. Importante per la vitamina E, l’olio di oliva, da non far mancare l’apporto di broccoli e uova. Ribadiamo l’importanza del calcio che non deve per forza essere assunto con i latticini, è facile trovarlo anche nei cavoli, nei broccoli, nelle cime di rapa, nella rucola, nei fichi e nelle sardine.

Nel periodo della menopausa, è bene fare attenzione ai cibi da evitare, cibi che non devono sottrarre calcio alle ossa e che interferiscono con la funzionalità delle cellule che hanno il compito di rinnovare il tessuto osseo. La prima cosa da ridurre è la caffeina, infatti favorisce l’eliminazione del calcio tramite le urina. Per gli alcolici bisogna non esagerare e fare una distinzione, troppi comportano un rischio di osteoporosi, ma un bicchiere di vino di tanto in tanto aiuta a migliorare l’apporto di antiossidanti.

Alimenti da usare con moderazione

Usare moderazione con le patate, gli insaccati, il sale. Da eliminare totalmente le bibite gassate, anche non zuccherate. Per mangiare in maniera strategica in menopausa, bisogna mangiare alimenti caratterizzati dalla presenza di estrogeni vegetali, e per ottimizzare l’apporto, si consiglia di mettere sulla tavola la soia e i suoi derivati, tofu, semi di lino, cereali e pasta integrale, ottimo primo grazie al suo contenuto di triptofano, che aiuta a contrastare l’insonnia.

Poi ci sono i fitoestrogeni, che sono contenuti nella salvia, che andrebbe consumata ad ogni pasto, e nella carne di pollo. Ottima anche la curcuma, forte ossidante e in grado di aiutare la prevenzione del tumore al seno.

A parte l’alimentazione, è una cosa molto importante in menopausa, smettere di fumare quanto prima possibile e dire addio alle sigarette. La nicotina interferisce con la funzionalità degli osteoblasti, le cellule che hanno il ruolo di rinnovare i tessuti ossei.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062