Menù completo dall’antipasto al dolce: passione funghi

Passione funghi: Il menù del pranzo domenicale, completo di ricette dall’antipasto al dolce

Il menù completo, per il pranzo di questa domenica, ho pensato ai funghi e ai tanti piatti che si possono preparare. Passione funghi; ecco alcune idee da portare in tavola e accontentare chi predilige questo alimento, che tra l’altro è molto benefico per il nostro organismo.

Menù: Passione funghi

Ecco il pranzo della domenica, pensato per gli amanti dei funghi. Un primo e un secondo, arricchiti dal profumo e dal sapore intenso dei funghi; diciamola tutta a chi non piacciono? Iniziamo con un antipasto semplice e appetitoso; frittatine di asparagi. Come primo piatto, i rigatoni ripieni di salsiccia e funghi; buono e goloso. A seguire con i fagotti di carne ripieni di funghi e fontina; secondo piatto unico già contornato. Per dolce, un dessert goloso e fresco: Paris-brest red velvet.

Antipasto: Frittatine di asparagi

Frittatine di asparagi, semplici, facili e deliziose; un secondo davvero appetitoso. Oltre a essere un ottimo secondo, le frittatine di asparagi sono da considerarsi un comfort e finger food; adatte per tutte le occasioni. QUI RICETTA

frittatine di asparagi

Primo piatto: Rigatoni ripieni di salsiccia e funghi

I rigatoni ripieni di salsiccia e funghi oltre ad essere buono per gli abbinamenti usati, sono anche un po’ scenografi, un primo piatto adatto a qualsiasi occasione che sia un pranzo domenicale o no. È una ricetta un po’ elaborata ma comunque facile da fare e di sicuro effetto per i propri commensali, vediamo cosa occorre. QUI RICETTA

Rigatoni salsiccia e besciamella

Secondo Piatto: Fagotti di carne ripieni di funghi e fontina

Fagotti di carne con funghi e fontina; secondo piatto appetitoso. Tenere fettine di carne, ripiene con funghi trifolati e fontina, chiusi a fagotto. Poi cotti in padella con olio e burro e infine serviti con una salsina fatta dai funghi stessi. QUI RICETTA

fagotti di carne

Dolce: Paris-brest red velvet

Paris-brest, dolce di origini francese, che si fa con l’impasto della pasta choux e si farcisce poi con crema al burro e scaglie di mandorle. Le varianti, però per questo dessert, sono tante. Questo dolce nasce dal pasticciere, Louis Durand, per commemorare la corsa ciclistica Parigi-Brest-Parigi, nel 1891; infatti rappresenta la ruota, proprio per la sua forma circolare. QUI RICETTA

paris-brest


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Imma Castaldo

Cucinare e impastare è la mia più grande passione che coltivo da quando ero ragazza, ricordo ancora la mia prima pasta e fagioli all'età di 13 anni. Ma la dote più innata sono i dolci, non smetterei mai di farli ma anche di mangiarli, sono molto golosa soprattutto di cose buone. Mi piace imparare e sperimentare cose nuove uso molto il lievito madre per i lievitati e di conseguenza lunghe lievitazione. Avendo anche 3 ragazzi devo sempre inventarmi qualcosa per accontentarli: dai primi piatti alla pizza; dai secondi  al fast food.