Menù: Vigilia di Natale dall’aperitivo al dolce, ricette tradizionali

Menù vigilia di Natale, una cena a base di pesce come da tradizione, con ricette semplici e facili da fare, per deliziare i nostri commensali

Il Natale è quasi alle porte, mancano poche ore ormai e dovremmo avere già le idee chiare sul menù da portare in tavola. A ogni modo se siete indecisi su cosa preparare date un’occhiata alla mia idea di menù, fatto di pesce come da tradizione; salmone, baccalà, gamberi, polpo e seppie. Un menù che inizia con un aperitivo dal gusto indescrivibile e che sta bene con il pesce: ananas e spumante,  che oltre al cin-cin iniziale accompagna stuzzichini e antipasti: alberelli di sfoglia farciti con ricotta e salmone, baccalà marinato, salmone al pepe rosa e insalata di polpo e patate.

Il primo piatto invece: spaghetti con gamberi e cozze a proseguire con i secondi; il baccalà fritto accompagnato da contorni;  seppia e calamaro gratinati al forno e poi per chi non ama il baccalà, propongo il salmone aromatizzato in padella. Per chiudere la cena della vigilia in dolcezza vi suggerisco: i roccocò dolci speziati e tradizionali.

MENÙ VIGILIA DI NATALE

Aperitivo: Ananas e spumante

Un aperitivo dal gusto irresistibile; ananas e spumante oltre a essere delizioso è anche molto gradito. Soprattutto se lo prepariamo in occasione di un pranzo importante in famiglia, tra amici o per una ricorrenza. Adatto anche per accompagnare dei salatini o stuzzichini per un aperitivo, volendo  si può  sostituire con altra frutta; qualche volta l’ho fatto pure con la fragola, però non è lo stesso. Una ricetta facile da fare fatta da pochi ingredienti, si prepara in cinque minuti anche al momento di portarlo in tavola. Quello che serve è un ananas fresco ma anche sciroppato va bene, ghiaccio e spumante dolce o brut. In realtà è mia abitudine prediligere quello dolce; poiché i miei commensali lo preferiscono. Scopriamo insieme gli ingredienti.QUI RICETTA

 

Antipasto: Alberelli di sfoglia

Natale si avvicina sempre di più; ormai mancano pochi giorni e quindi siamo in continua ricerca d’idee da portare in tavola,   antipasti, primi, secondi o piatti sfiziosi tra tradizioni e innovazioni. Questi alberelli di pasta sfoglia sono veramente carini da fare e da vedere e soprattutto sono molto golosi. Un’idea originale e facile da eseguire, occorre un rotolo di pasta sfoglia e un po’ di pazienza per creare l’alberello, che non è difficile. Dapprima bisogna disegnare un triangolo, poi con delle strisce di pasta adagiate sul contorno che servono a racchiudere la farcitura; fatta di ricotta, salmone e aromi.QUI RICETTA

Antipasto:Baccalà marinato

Il baccalà marinato nel limone; un piatto semplice in più facile da preparare, non necessita di cottura. Un piatto sfizioso e al tempo stesso molto gustoso; da portare in tavola come antipasto. Un’ottima idea sarebbe prepararlo  in tavola la vigilia di Natale, anche perché è tra gli alimenti che si consumano proprio nel periodo natalizio in Campania.QUI RICETTA

baccalà marinato

Antipasto: Salmone al pepe rosa

Il salmone marinato con il limone è un piatto elegante, sfizioso e senza cottura. Un secondo piatto buono e leggero adatto anche come antipasto; soprattutto per l’avvicinarsi delle feste natalizie è un’ottima idea da portare in tavola accostato ad altri antipasti. Innanzitutto prima di consumare il pesce fresco a crudo, è bene sapere che deve sostare in freezer per 4/5 giorni; questo serve ad abbattere i batteri che normalmente si neutralizzano tramite cottura.QUI RICETTAsalmone marinato

Antipasto:Polipo e patate in insalata

In questo periodo il polpo e le patate preparati freddi in insalata è un ottimo pasto; può essere un antipasto per cominciare un pranzo festivo, può essere un secondo piatto; può anche essere un piatto unico poiché le patate sono carboidrati sostituiscono pasta e pane. Buono in qualsiasi periodo dell’anno, si può anche gustare tiepido.QUI RICETTAInsalata di patate e polipo

Primo piatto:Spaghetti con gamberi e cozze

Anche quando si è in vacanza si deve pur mangiare, tra le uscite il mare e la spiaggia; il tempo per cucinare resta poco e allora si cerca di preparare dei pasti veloci ma al tempo stesso completi. E il piatto che vi propongo è veloce da fare, la presenza dei gamberi lo arricchisce  con le  proteine, ma al tempo stesso è leggero poiché non contiene tanti grassi. L’unico inconveniente è pulire le cozze, per il resto si prepara giusto il tempo di bollire l’acqua per la pasta.Vediamo cosa occorre e come preparare questo delizioso primo piatto.QUI RICETTA

Secondo piatto: Baccalà fritto

Il baccalà fritto secondo piatto della cucina napoletana; tagliato in piccoli pezzi infarinati e fritti in olio caldo. Per tradizione è servito per la cena delle vigilie di Natale e Capodanno, accompagnato dall’insalata di rinforzo ma anche da broccoli o cavolfiore; lessati e conditi con olio e limone. Noi da sempre compriamo il baccalà intero sotto sale e lo teniamo in ammollo, cambiando l’acqua uno o due volte al giorno dipende da quanto è salato. Il giorno della vigilia poi lo sciacquiamo ulteriormente e lo mettiamo a colare per qualche ora; lo asciughiamo per bene e lo infariniamo con la farina di semola di grano duro per un risultato più fragrante. Quindi seguitemi che prepariamo insieme il baccalà fritto.QUI RICETTA

Secondo piatto: Seppia e calamaro gratinati

In  cucina oltre ad avere passione e buona volontà, ci vuole anche inventiva soprattutto nel periodo estivo; poiché il caldo fa passare la voglia di stare ai fornelli. Così si studia per trovare il modo di fare piatti veloci ma anche buoni. Per realizzare questa ricetta abbiamo bisogno di una seppia e di un calamaro di media grandezza, con  i tentacoli possiamo preparare un sughetto per la pasta; mentre il corpo dei molluschi vanno gratinati al forno con farina di mais che dona croccantezza; con aggiunta di aromi,olive e capperi danno un tocco di bontà. Andiamo a vedere cosa occorre e come preparare questo secondo piatto semplice e tanto gustoso.QUI RICETTA

Secondo piatto: Salmone aromatizzato

Salmone in padella con aromi senza aggiunta di grassi. Ogni tanto il nostro organismo ha bisogno di depurazione; di attivare il metabolismo che rallenta quando mangiamo in maniera sregolata.QUI RICETTA

salmone 2

Dolce:Roccocò

Dalla tradizione napoletana un altro dolce tipico, il Roccocò, cioè un biscotto speziato e a forma di ciambella duro ma dal cuore morbido. Un tipico dolce Natalizio che, soprattutto in questo periodo, si prepara e si consuma nelle case napoletane. Inoltre se incartati possono fungere anche da regalo.QUI RICETTA

roccocò


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Imma Castaldo

Cucinare e impastare è la mia più grande passione che coltivo da quando ero ragazza, ricordo ancora la mia prima pasta e fagioli all'età di 13 anni. Ma la dote più innata sono i dolci, non smetterei mai di farli ma anche di mangiarli, sono molto golosa soprattutto di cose buone. Mi piace imparare e sperimentare cose nuove uso molto il lievito madre per i lievitati e di conseguenza lunghe lievitazione. Avendo anche 3 ragazzi devo sempre inventarmi qualcosa per accontentarli: dai primi piatti alla pizza; dai secondi  al fast food.